Venezia: carabinieri arrestano i componenti banda ‘Anonymous’ (2)

(AdnKronos) – Nel corso dell’attività investigativa è emerso come due rapinatori, in considerazione dell’esiguità del bottino ricavato e del rischio corso, avevano deciso di dedicarsi ad attività criminali più remunerative quali i furti mediante esplosione dei bancomat.
L’indagine odierna chiude il cerchio su un gruppo criminale di 5 soggetti, i quattro (due di questi già destinatari di ordinanza di custodia cautelare del Tribunale di Venezia e tuttora reclusi presso il carcere lagunare) e un minorenne romeno (quest’ultimo già destinatario di una misura cautelare del Tribunale dei Minori di Venezia), che sono indagati, a vario titolo, per aver commesso nell’anno 2017 almeno 7 rapine ai danni di tabaccherie/supermercati nella terraferma veneziana. Nonostante la giovane età i rapinatori si dimostrarono molto determinati e violenti procurando, in almeno due occasioni, gravi lesioni alle vittime che vennero colpite ripetutamente sul volto anche con il calcio della pistola.