Acf Arezzo, esordio casalingo contro il Riccione

Dopo l’entusiasmante vittoria della scorsa settimana in casa
della Jesina, l’Arezzo Calcio Femminile torna in campo per contendersi
il passaggio del turno nella Coppa Italia di Serie C. Domenica 22
settembre alle ore 15, presso il campo sportivo di Rigutino, la prima
squadra di mister Paduano esordirà tra le mura amiche contro il Riccione
Femminile, compagine con la quale condivide la testa del girone 6. Nella
prima gara del girone eliminatorio, le romagnole di Filippo Migani hanno
infatti superato la Jesina con il risultato di 2-1, stesso score
maturato dalle aretine grazie alla rete di Paganini e ad un autogol
delle avversarie.

Per passare alla fase successiva della competizione, l’Arezzo dovrà ben
guardarsi da giocatrici come Antonioli e Abouziane, entrambe arrivate in
estate dal Bologna ed autrici di un gol a testa nella gara inaugurale di
Coppa. Dal canto loro le amaranto hanno già dimostrato di avere un buon
passo e di riuscire a creare una bella trama di gioco facendo leva,
oltre che sulla difesa, sulla vena realizzativa di un reparto offensivo
che ha ben figurato nella prima uscita stagionale.

“L’avvio della stagione è stato positivo” – dichiara Luca Bonci, il
nuovo direttore tecnico per la stagione 2019/2020. – “La squadra ha
visto l’innesto di molti elementi importanti che hanno dato da subito
piena disponibilità all’allenatore. A mio parere, esistono i presupposti
per condurre un’ottima stagione. Viste le tante novità, siamo
consapevoli che ci occorrerà tempo, ma abbiamo tutte le carte in regola
per svolgere un buon lavoro. Già la partita contro il Riccione potrà
darci tante risposte proprio come è successo la settimana scorsa a Jesi.
La squadra ci ha infatti lanciato un bel segnale affrontando la gara con
la giusta impostazione mentale.”

Per quanto riguarda il suo nuovo incarico all’interno della società
amaranto, Bonci prosegue: “La società ha voluto assicurare continuità al
lavoro iniziato la scorsa stagione quando sono stato chiamato a guidare
la prima squadra a campionato in corso. In quel momento ho presentato un
progetto ideato ad hoc per l’Arezzo portando con me alcune figure chiave
che sono state confermate in ogni settore. Quest’anno cercherò di fare
da collante tra i tecnici delle nostre formazioni affinché tutti possano
lavorare in un’ottica di crescita”.