Aggressione alla stazione, dura presa di posizione della Lega

Nota della segreteria comunale Lega Arezzo:

“È sera. 28 settembre. Una sola “colpa” : attraversare il sottopassaggio della stazione nel momento sbagliato. Un pugno gratuito, sferrato in pieno volto ad una ragazza aretina da parte di un trentaduenne originario del Mali. L’ennesimo episodio di violenza da parte di un immigrato o rifugiato politico come si usa meglio dire. Ora, un delinquente è un delinquente, senza distinzione di provenienza, ma è innegabile che il numero crescente di episodi violenti e abusi della libertà personale derivino da cittadini immigrati. Ancor più preoccupante, è il fatto che dopo un periodo di tranquillità, il nuovo governo ha dichiarato che riaprirà i porti e saremo un’altra volta schiavi di questa politica immigratoria senza freni e senza controllo. Poi come possiamo ben vedere queste scelte scellerate si ripercuoteranno ai danni dei cittadini onesti. La lega non ci sta e combatterà con tutte le sue armi questo governo senza una logica”.