“Appunti per la storia della Vacerfone”, presentazione del libro

Saranno Paola Benigni, già Soprintendente archivistica per la Toscana, e Giorgio Sacchetti, professore a contratto nell’Università dell’Aquila, a presentare martedì 10 dicembre, alle ore 17,30, nell’Auditorium Ducci di via Cesalpino, il libro “Appunti per la storia della Vacerfone”. Come il primo e il secondo tomo, usciti nel 2011 e nel 2017, il volume raccoglie i contenuti delle “conversazioni” che si svolgono con regolarità a Palazzo del Pero il venerdì sera da una decina di anni. L’evento, che sarà coordinato da Luca Berti, è organizzato dal Comune di Arezzo e dalla Società storica aretina, editore del libro nella collana “Quaderni di Notizie di Storia”. È il 33esimo libro dedicato alla Storia del territorio aretino promosso o edito direttamente dalla Società storica in meno di venti anni.

I sedici saggi raccolti nel volume – curato da Giovanni Bianchini, che ne firma l’introduzione – sono stati suddivisi nei periodi storiografici tradizionali: medio evo, età moderna, età contemporanea. Il volume appare così più unitario e di più facile lettura e interpretazione di un territorio comunque complesso e con una marcata identità geografica, sociale, artistica, religiosa e storica. Un territorio di passaggio e di sosta, strategico, conteso e quindi fortificato, dove piccoli e grandi avvenimenti, personaggi minimi e non, o di grande spessore, vanno ricondotti alla Storia e ai suoi processi nel loro complesso organico. Un ambiente che è riuscito nel corso dei secoli a ‘vincolare’ gli abitanti alla sua natura, non sempre benevola; e anche dal punto di vista religioso e artistico pieno di fascino e di sorprese ‘interpretative’. Dal punto di vista sociale, infine, per nulla disinteressato al nuovo che incombe. Complessivamente un territorio vitale e forte, mai domo, che, pur nelle tragedie e nelle sconfitte, sembra comunque emergere dal volume in una visione complessiva.

La serie “Appunti per la storia della Valcerfone” testimonia il grande attaccamento alla propria terra della gente di Palazzo del Pero e dintorni, che ha fortemente voluto l’iniziativa, contribuendo al suo finanziamento. Ma per l’ultimo volume contributi sono venuti anche dai Comuni di Arezzo e di Loro Ciuffenna, dalla Fraternita dei Laici, dall’Università dell’Età Libera, dall’Associazione Pro Anghiari e dal Centro Sociale Valcerfone. Il libro consta in tutto di 276 pagine, con 54 immagini fuori testo, a colori e in bianco e nero, e gli indici dei nomi di persona e di luogo. Prezzo di copertina 25 euro, ma in occasione della presentazione sarà posto in vendita ad un prezzo promozionale.