Arezzo Raro Festival propone Arte al Cinema e Musica al Cinema

Sono le contaminazioni di linguaggi espressivi differenti a rendere unico l’Arezzo Raro Festival.
Domani, martedì 23 luglio nella Sala Vasariana ad ingresso libero, appuntamento con Arte al Cinema, la serie di proiezioni che offre la possibilità di scoprire racconti inediti su alcuni dei protagonisti della cultura italiana.
Si parte alle ore 18.00 con Dentro Caravaggio di Francesco Fei, per poi passare alle ore 20.00 a Leonardo Da Vinci. Il Genio a Milano di Nico Malaspina, e infine alle ore 22.00 L’Amatore, per la regia di Maria Mauti, un documentario su Piero Portaluppi, figura centrale dell’architettura italiana del Novecento.

La seconda serie di proiezioni, sempre nella Sala Vasariana, è in programma per giovedì 25 luglio. Saranno proiettati lavori che hanno come protagonista la musica classica: Musica al Cinema si apre alle ore 18.00 con Teatro alla Scala. Il Tempio delle Meraviglie per la regia di Luca Lucini, documentario che racconta il più celebre teatro lirico del mondo attraverso preziose immagini d’archivio, ricostruzioni d’epoca e interviste esclusive. Alle ore 20.00 sarà poi l’ora di Roberto Bolle. L’Arte della Danza di Francesca Pedroni, speciale documentario sull’étoile scaligera e in conclusione, alle ore 22.00 la prima puntata della nuova serie Il Belcanto – Con Mariella Devia, nuovissima produzione targata Classica HD, girata nel Museo del Teatro alla Scala, con il celebre soprano come protagonista, in anteprima assoluta per l’Arezzo Raro Festival.

Il cartellone proseguirà poi fino al 28 luglio con appuntamenti che trasformano la città toscana in un laboratorio culturale. Musica live protagonista ancora mercoledì 24 luglio alla Casa della Musica, dove l’Ensemble Sezione Aurea si esibirà nello spettacolo Tiranno Amor, omaggio a Pietro Antonio Cesti, nel 350° anniversario della morte, mentre sabato 27 luglio, il Teatro Petrarca ospita “L’arte dell’incontro” un appuntamento dedicato a Maurizio Fabrizio.

Appuntamento straordinario venerdì 26 e domenica 28 luglio all’Anfiteatro Romano, con una perla indiscussa della nostra tradizione lirica: la Traviata di Giuseppe Verdi, presentata ad Arezzo Raro Festival con un allestimento originale dell’Associazione Arena Sferisterio Macerata e della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi che l’ha resa celebre come “Traviata degli Specchi”.

Nato da un’idea di Donato Renzetti il festival è voluto e prodotto dalla Fondazione Guido d’Arezzo e dal Comune di Arezzo insieme alla Filarmonica Gioachino Rossini con media partner Classica HD, il canale di Sky esclusivamente dedicato alla musica classica e reso possibile da sponsor e partner come Polo Museale della Toscana, C-Way, Fraternita dei Laici, Coingas, Conad, Camu-Casa della Musica, Ubi Banca, Fondazione Ivan Bruschi, con la collaborazione tecnica di Poti Pictures.

I biglietti (per gli appuntamenti che prevedono un ingresso) sono in prevendita presso OFFICINE DELLA CULTURA (via Trasimeno 16, Arezzo; tel 338 8431111 – [email protected]), oppure online su TICKETONE www.ticketone.it.

Informazioni www.fondazioneguidodarezzo.com; www.arezzorarofestival.com