Associazione Autismo Arezzo,esperienze a conoscenze a confronto sui fratelli delle persone disabili

L’Associazione Autismo Arezzo torna ad affrontare uno dei temi più sensibili del mondo legato all’autismo e alla disabilità intellettiva, quello dei fratelli delle persone disabili, definiti “Siblings”.

I siblings sono i fratelli di bambini con disabilità, che spesso vivono molteplici vissuti emotivi, tra cui ansia, senso di responsabilità e di esclusione.
Per diversi decenni lo studio degli effetti all’interno delle famiglie della presenza di bambini con queste difficoltà si è concentrato sui genitori, in particolare sulla madre, principale caregiver del bambino con bisogni speciali.
Dagli anni Ottanta la ricerca scientifica ha concentrato l’attenzione anche sui fratelli e le sorelle, esplorando le conseguenze della presenza del bambino fragile sullo sviluppo del fratello con sviluppo tipico.

L’incontro in programma sabato 12 ottobre 2019 a partire dalle ore 9,30 presso la Sala Piazza Grande dell’Hotel Continentale (piazza Guido Monaco 7) affronterà questo universo, spesso sconosciuto, grazie alla relazione della dott.ssa Giulia Franco, psicologa e psicoterapeuta dell’ evolutiva, sorella di Giacomo, disabile grave dalla nascita, coadiuvata dalla dott.ssa Giulia Tortorelli psicoterapeuta.
In quella occasione spazio anche ai racconti ed alle testimonianze dirette di fratelli e sorelle di persone con autismo.

Sarà solo l’inizio di un bel progetto che vedrà poi partire i gruppi di condivisione per i bambini e ragazzi fratelli e sorelle con disabilità presso l’Associazione Autismo Arezzo in via Ticino 6/8.
Lunedì 4 novembre sarà possibile per i genitori venire ai colloqui per conoscere meglio i professionisti, seguiranno poi da venerdì 22 novembre nel pomeriggio i 7 incontri per i bambini e i ragazzi, che si svolgeranno con cadenza mensile (data successiva venerdì 13 dicembre).
L’incontro è promosso dall’Associazione Autismo Arezzo con il sostegno della Coop. Koiné ed è gratuito e aperto a tutti.