Bibbiena: Marco Polo, il servizio che aiuta le persone in difficoltà, prorogato fino a giugno

frenos

Ci sono viaggi che aiutano il prossimo. Non hanno una meta reale, ma un obiettivo molto significativo, ovvero le persone stesse. Questo è Marco Polo, il servizio di trasporto per le persone fragili, siano esse giovanissime o anziane. Un servizio che dal 2009 è stato affidato nelle mani esperte di tre associazioni del territorio che sono le Misericordie di Bibbiena e di Soci e la Croce Rossa Italiana.

L’Assessore al sociale Francesco Frenos commenta: “Abbiamo deciso di fare la proroga della convenzione fino a Giugno 2020 perché abbiamo a cuore le persone. Persone fragili che hanno bisogno di questi servizi di trasporto che, nel tempo, si sono dimostrati essenziali per alcune famiglie e anche per anziani soli. A Giugno poi faremo il bando sulla base della nuova normativa sul terzo settore”.

Il servizio Marco Polo è nato nel 2009 indirizzato alle persone segnalate dal servizio sociale professionale. In questi dieci anni sono state seguite circa 120 persone con difficoltà: dall’anziano solo che deve fare terapie importanti, a bambini con difficoltà, a disabili che necessitano di cure. Da sempre i soggetti che concretamente fanno questo servizio per il territorio comunale sono le Misericordie di Bibbiena e Soci e la Croce Rossa.

Francesco Frenos commenta in merito: “L’apporto di queste realtà è sempre stato determinante, così come la loro professionalità e la comprovata esperienza. Il servizio è diventato essenziale, nel senso che queste persone – anche quest’anno sono 12 – hanno un reale bisogno di questo aiuto concreto da parte dell’amministrazione”.