“Certe notti” in piazza San Domenico da lunedì 19 agosto :Musica e teatro a sostegno di Casa Thevenin

“Certe notti” in piazza San Domenico da lunedì 19 agosto :Musica e teatro a sostegno di Casa Thevenin
“Certe notti” in piazza San Domenico da lunedì 19 agosto :Musica e teatro a sostegno di Casa Thevenin

Valorizzare una delle piazze più suggestive di e raccogliere fondi perle attività di Casa Thevenin: accoglienza per mamme con , comunitàeducativa per minori adolescenti e in difficoltà scolastica o familiare, assistenza per in situazione di disagio.

Queste le finalità della rassegna “Certe notti”, in programma da lunedì 19 a sabato 24 agosto in piazza San Domenico, ad Arezzo. Gli spettacoli musicali e teatrali avranno inizio alle 21.15, l’ingresso sarà a offerta libera. La manifestazione ha avuto il patrocinio della e la collaborazione del . Sarà presente anche uno stand di Street Food Arezzo.

Il cartellone si aprirà lunedì prossimo con la Nuno Vox Band, cover band aretina nata dall’unione di diversi percorsi musicali per proporre un sound nuovo e originale, rivisitando brani di varie epoche e vari generi. Martedì toccherà alla : in piazza il gruppo Musici e la Compagnia del Polvarone per rivivere ricordi e aneddoti della . Mercoledì spazio a Denì Magic, uno spettacolo divertente per grandi e piccoli con al centro magia e illusionismo.

Da giovedì si cambia filone, virando verso il teatro popolare. In piazza gli Artisti per caso di Cerbara (Perugia), con lo spettacolo “Chi trova un amico… trova un prestito”. Venerdì andrà in scena “E’ Natale… non badare” della Compagnia del Polvarone con testo e regia di Roberta Sodi. Sabato sera, per la chiusura, esibizione di Marco Conte nel monologo “Livorno mio”.

Il presidente di Casa Thevenin, Sandro Sarri: “Si tratta di una rassegna nel nome del divertimento ma che punta a mettere in risalto, una volta di più, le attività che portiamo avanti. Abbiamo implementato i nostri servizi con lo spazio per bambini, i campi solari e l’assistenza per le donne vittime di violenza, fino al loro reinserimento totale nella società. L’auspicio è che la cittadinanza risponda nel modo giusto, comprendendo che la raccolta fondi è molto importante per Casa Thevenin”.