CHL, mancano le condizioni e salta l’operazione Price4U

Maria Grazia Cerè
Maria Grazia Cerè

CHL è stata l’azienda precursore in Italia del e-commerce e continua a guardare con interesse al mercato elettronico valutando le migliori opportunità che si prospettano.

Dopo lunghe trattative e interlocuzioni, l’operazione di acquisizione di Price4U è saltata in quanto non si sono verificate le condizioni necessarie nell’interesse degli investitori e della società. Come da comunicazioni dei mesi scorsi, la chiusura dell’operazione è stata rinviata più volte per mancanza della documentazione necessaria, richiesta e garantita dal venditore, relativa ai contratti con fornitori e convenzioni con Enti, pertanto permanendo questa situazione di stallo CHL ha deciso di non dare seguito al contratto.

“Certo, i valori in campo erano minimi, i fatturati prodotti fino ad oggi da Price4U irrisori – afferma Maria Grazia Cerè consigliere delegato CHL – ma la potenzialità del portale, inserito e ben implementato nel contesto del marketplace CHL, avrebbe potuto portare ad una più rapida crescita del segmento e-commerce dell’azienda”.

“Anche se la società è concentrata negli sviluppi delle attività, più nuove e redditizie rispetto al commercio elettronico, come quelle legate alla fornitura di servizi di luce, gas e telecomunicazioni in prepagato, non intendiamo tralasciare le origini di CHL e quindi valuteremo altre opportunità di crescita per il marketplace essendo purtroppo sfumata l’operazione Price4U” –  conclude Maria Grazia Cerè.