Comune, Anmic e Cooperativa taxi: firmata la convenzione per corse a tariffa ridotta per tutti i disabili

: “una città accessibile e inclusiva. Un grazie ad Anmic e alla Cooperativa taxi”

Firmata la convenzione tra di , Associazione nazionale mutilati e invalidi civili e Cooperativa taxi per permettere a tutti i disabili di usufruire dell’agevolazione già valida per i non vedenti, ovvero corse in taxi a tariffa ridotta. 

Soddisfatta l’assessore alle politiche sociali Lucia Tanti: “dopo il via libera, annunciato alcuni  giorni fa, della a questa forma di accordo procediamo spediti verso un’idea di città accessibile e di mobilità inclusiva. Un sistema di buoni, che l’Anmic potrà distribuire ai suoi associati, permetterà a ogni soggetto disabile di fare la sua corsa in taxi a un costo fisso e poco più che simbolico. Per tutti gli spostamenti in città. Arezzo ancora una volta spicca tra le città italiane per segnali di grande civiltà. L’amministrazione comunale con la cooperativa taxi ha portato avanti molte iniziative, a dimostrazione che la sinergia tra Comune e categorie produttive ed economiche è un modus operandi valido e fruttuoso in vista dell’obiettivo condiviso di fare di Arezzo una città sempre più coesa da un punto di vista sociale”.

Stefano Buratti, presidente Anmic: “abbiamo 108 sedi in e ancora non ho avuto sentore, in altre città, di interventi di questo tipo. Grazie quindi all’amministrazione comunale. Arezzo, come noto, ha una conformazione medievale per cui la mobilità presenta in certe zone alcune criticità. La collaborazione con i tassisti, specie per chi ha una disabilità grave, è utile per avere, spostandosi, una vita sociale e lavorativa. Il prossimo obiettivo è garantire la mobilità anche tramiti i mezzi pubblici”.

“Viaggiare in autonomia – ha aggiunto Ilaria Bidini – è molto importante anche per una questione di dignità e finalmente ad Arezzo qualcosa sta cambiando”. Ha concluso Andrea Cappetti: “la cooperativa è sempre disponibile ad aiutare le persone che hanno bisogno”.