Cortonantiquaria 2019 il taglio del nastro venerdi 23 agosto

È tutto pronto a Cortona per l’inaugurazione della 57° edizione di Cortonantiquaria, una delle mostre più longeve e prestigiose in questo settore in tutta la penisola. L’appuntamento è fissato per le 17.30 di venerdì 23 agosto nella Sala del Consiglio comunale cortonese, dove il Sindaco Luciano Meoni darà il benvenuto ufficiale, prima del taglio del nastro che si terrà a Palazzo Vagnotti, storica sede dell’esposizione.
Per l’occasione, sarà presente il Presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, che già aveva ospitato a Firenze la presentazione dell’evento, sottolineando come la valorizzazione del territorio possa passare anche dall’antiquariato, che a Cortona assume un respiro nazionale ed internazionale.
Ha poi accettato l’invito del Comune e degli organizzatori anche il noto antiquario toscano Fabrizio Moretti, una vera e propria personalità del mondo dell’antiquariato. Moretti dal 2014 è stato nominato Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Palazzo Corsini a Firenze. “Sono molto onorato di essere stato invitato a questa mostra, che rappresenta un tassello importante della storia del mercato dell’arte, in una città ricca di capolavori e che offre ancora oggi, ad un pubblico sia nazionale che internazionale, l’opportunità di poter comprare antiquariato – dichiara Moretti – Ho veramente nel cuore Cortonantiquaria perché ricordo molto bene quando mio padre, Alfredo Moretti, esponeva anche lui in mostra. Io avevo 6/7 anni ed ero presente al suo fianco. Tornare a Cortona mi riporta dunque indietro a quei bei tempi. Cortona è indubbiamente un posto magico”.

Nella Sala del Consiglio comunale sarà il Sindaco Meoni a dare il benvenuto, poi toccherà al Presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, al direttore scientifico Furio Velona, all’antiquario cortonese Claudio Bucaletti, a Fabrizio Moretti, al presidente della Camera di Commercio di Arezzo e Siena Massimo Guasconi, al Direttore della BPC Roberto Calzini, mentre la chiusura sarà affidata al sen. della Lega Manuel Vescovi.