De Robertis (Pd): “Mezzo milioni di euro per i centri commerciali naturali nelle aree interne”

Lucia de Robertis
Lucia de Robertis

Diciassette i comuni della provinciali Arezzo interessati

Via libera dalla Regione al nuovo bando per i centri commerciali naturali. Spiega in proposito la vicepresidente del Consiglio regionale, Lucia De Robertis: “Con il decreto 4141 del 20 marzo scorso la Regione ha approvato l’avviso pubblico destinato ai comuni con popolazione fino a 20mila abitanti che intendono riqualificare infrastrutture al servizio di centri commerciali naturali già costituiti o di cui il comune, con proprio atto, certifica l’esistenza. Non tutti i comuni sotto i ventimila abitanti, però, potranno accedere agli incentivi: i beneficiari saranno soltanto quelli collocati nelle aree interne”.

Nella provincia di Arezzo i comuni collocati in area interna sono quelli di Anghiari, Badia Tedalda, Bibbiena, Caprese Michelangelo, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Monterchi, Ortignano Raggiolo, Pieve Santo Stefano, Poppi, Pratovecchio Stia, Sansepolcro, Sestino, Talla.

“Le risorse disponibili – aggiunge De Robertis – ammontano complessivamente a 424 mila euro e sono destinate a finanziarie interventi quali l’acquisto di elementi per l’arredo e il decoro urbano, l’allestimento di spazi comuni, la riqualificazione e la valorizzazione del contesto urbano, l’allestimento di punti informativi, di accoglienza o desk informatizzati, la messa a dimora di  contenitori per la raccolta dei rifiuti, di fontanelle, di dissuasori della velocità, la realizzazione di aree e posteggi per le biciclette, di fioriere, di sedute, di impianti di illuminazione secondaria, di pedane per l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di cartellonistica, di targhe e insegne identificative, l’allestimento di parchi giochi, il  rinnovo del verde pubblico ed altro ancora”.

Le domande potranno essere presentate dai comuni interessati direttamente sul portale internet di Sviluppo Toscana SpA (www.sviluppo.toscana.it) a partire da lunedì 8 aprile.