“Dire Fare Cultura”: al via i tavoli tematici

Sabato 16 febbraio (Casa delle Culture –  inizio ore 9.30) nuovo appuntamento pubblico voluto dalla Fondazione Guido d’Arezzo

Prosegue il percorso di condivisione e di confronto con gli operatori culturali della città e del territorio

“Dire Fare Cultura”: al via i tavoli tematici. Con un nuovo appuntamento aperto alla città, prosegue il percorso di condivisione e di confronto avviato dalla Fondazione Guido d’Arezzo.

Dopo l’incontro pubblico che lo scorso 9 febbraio al Teatro Petrarca, ha ripercorso le fasi che hanno portato alla creazione della Fondazione, i lavori entrano nel vivo.

Il prossimo sabato 16 febbraio, a partire dalle ore 9.30 presso la Casa delle Culture (piazza Amintore Fanfani, 5) saranno infatti aperti i quattro tavoli tematici, che vedranno riuniti gli operatori culturali, le istituzioni e i cittadini interessati.

“Ascoltare, armonizzare, valorizzare le tante e vivaci realtà artistiche del territorio e lavorare insieme ad un progetto di crescita culturale – commenta Alessandro Ghinelli, sindaco di Arezzo e presidente della Fondazione Guido d’Arezzo – è la mission primaria della Fondazione “Guido d’Arezzo” e parimenti lo scopo della giornata di confronto in programma per sabato. Quello che la Fondazione desidera condividere è una visione ambiziosa ma possibile, ossia quella di dare vita ad un “modello Arezzo” innovativo ed efficace, in grado di produrre un’offerta culturale di grande respiro, capace di qualificare la Città e il suo territorio”.

I tavoli (uno istituzionale, uno dedicato alle arti figurative, alla letteratura e ai musei, uno dedicato alla musica e alla polifonia e uno al teatro, al cinema e alla danza) saranno guidati da discussion leader che faciliteranno lo scambio di contenuti e informazioni riguardanti la cultura in città e nel territorio. Sarà questo l’inizio di una progettazione condivisa e allargata che vede la Fondazione promotrice di un nuovo modo di fare cultura.

I risultati del confronto saranno oggetto di un incontro ancora successivo (la cui data sarà definita in base allo svolgimento dei lavori) che si offrirà come occasione per la presentazione di un programma culturale del 2019.

Tutti coloro che sono interessati possono partecipare ai tavoli: si richiede una registrazione che può essere fatta inviando una mail alla Fondazione ([email protected]) oppure nella stessa sede dei lavori a partire dalle ore 9.30 del 16 febbraio.

Intanto sono aperte le adesioni alla Fondazione Guido d’Arezzo: tutti coloro che sono interessati possono richiedere di diventare soci (info e modulo di adesione disponibili alla pagina: https://www.fondazioneguidodarezzo.com/la-fondazione)

GUARDA LA PHOTOGALLERY