Due arresti per furto ad attività commerciali di Arezzo

Arresti per furto attività commerciali ad Arezzo
Arresti per furto attività commerciali ad Arezzo

Nella mattinata odierna, l’efficace attività congiunta tra pattuglie della e dell’Arma dei addette all’attività di controllo del territorio della città di , ha consentito l’ di un soggetto ed all’identificazione di un complice responsabili entrambi di furti aggravati in danno di esercizi commerciali.

In particolare, a seguito di una richiesta sulla linea telefonica 113 di un cittadino che segnalava il in atto presso la sede di una società calcistica locale da parte di tre persone incappucciate, operatori della Squadra Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo e del Nucleo operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Arezzo, coordinandosi tra loro a copertura di ogni possibile via di fuga, giungevano sul posto e, individuati gli autori del reato mentre si davano a rocambolesca fuga, li inseguivano prima con le autovetture di servizio e successivamente anche a piedi per oltre 300 metri.

L’inseguimento consentiva la cattura di D.N., cittadino rumeno di anni 22, che veniva tratto in arresto perché ritenuto responsabile di flagranza di furto aggravato e continuato in mentre, grazie alla prosecuzione delle indagini, veniva successivamente identificato anche il secondo autore del reato, B.I.D., cittadino rumeno di anni 23, a carico del quale si procedeva in stato di libertà per trascorsa flagranza.

Durante l’inseguimento i malfattori si disfacevano degli zaini di cui erano in possesso che venivano recuperati ed al cui interno veniva rinvenuto denaro contante, vari capi di abbigliamento sportivo, diversi generi alimentari oltre a vari arnesi atti allo scasso, passamontagna, guanti e torcia frontale.

La ricostruzione investigativa su eventuali altri furti perpetrati nella notte dai soggetti coinvolti, ha consentito di accertare che pochi minuti prima gli stessi avevano consumato un altro furto con scasso in un vicino distributore di benzina ove venivano sottratti denaro contanti e generi alimentari. Il tutto è stato documentato dalle telecamere di -sorveglianza.

L’arrestato è trattenuto in stato di arresto in attesa di processo per direttissima previsto per domani mattina e lo stesso, unitamente al suo connazionale deferito in stato di libertà, è gravato da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.