Due eventi storici a Foiano per i 500 anni di Cosimo de Medici

Domenica 7 aprile, usi e costumi del passato rivivono a nella Festa del Ciambellino

Il 14 aprile, tra gli della Fiera del Fiore, si terrà un corteo con figuranti, sbandieratori e musici

FOIANO DELLA CHIANA (AR) – Due fine settimana di eventi storici a Foiano della Chiana per celebrare i 500 anni dalla nascita di Cosimo de Medici, primo Granduca di Toscana. Nel corso di aprile, l’associazione culturale Scannagallo sarà promotrice di feste, mostre e mercati che permetteranno di vivere un viaggio indietro nel tempo tra gli usi, le tradizioni e la cultura dei secoli del Rinascimento. Il tutto alla presenza di decine di rievocatori di gruppi storici provenienti da tutto il centro che, con le loro armi e i loro vestiti, porteranno direttamente al tempo della corte medicea.

Il primo appuntamento è in programma domenica 7 aprile nel centro storico di Foiano con la Festa del Ciambellino e con il Mercato Rinascimentale, promossi in collaborazione con l’amministrazione comunale. Scannagallo curerà la didattica e la parte rievocativa fornendo, a partire dalle 10.30, la possibilità di ammirare un’esposizione di armi e di abiti storici, di indossare un’armatura o di maneggiare spade o picche. Nel pomeriggio, invece, è in programma il corteo con armati, musici e sbandieratori, le danze rinascimentali e i duelli tra rievocatori. A partecipare saranno, oltre a Scannagallo, anche il Gruppo Storico Musici e Sbandieratori “Baldovino di Monte” di , l’associazione “Rinascimento nel Borgo” di , l’associazione “Fare Medievale” di Fano, la Compagnia d’Arme “Giovanni dalle Bande Nere” di Firenze, la compagnia “I Capitani dell’Arma Antica” di Città di Castello, il gruppo tamburi “Le Diomèda” di e il Semillita Atèlier di . L’aspetto rievocativo sarà affiancato dalla valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche locali di cui è espressione anche il ciambellino, un dolce della cultura contadina che simboleggia la corona di spine del Cristo sulla croce e che, per l’occasione, sarà proposto in assaggi e degustazioni da associazioni, bar, ristoranti e gelaterie.

La domenica successiva, il 14 aprile, in occasione dell’inaugurazione della “Cosimo I de Medici: dallo scontro all’incontro” ospitata tra la torre di Marciano e la chiesa-museo della Fraternita di Foiano, alle 16.00 è in programma un corteo storico che partirà dalla galleria “Furio del Furia”, attraverserà le strade della città e si schiererà per un istituzionale in piazza Cavour. La sfilata, inserita tra le iniziative della Festa del Fiore, vedrà la partecipazione di armati, nobili, sbandieratori e musici della provincia di Arezzo e di compagnie provenienti dalle varie provincie della Toscana e dell’Umbria. «La – ricorda Alessio Bandini, coordinatore degli eventi di Scannagallo, – ha ricoperto un ruolo cruciale nella storia della Toscana e del Granducato, perché fu sede nel 1554 della battaglia nel fosso di Scannagallo che decise la vittoria di Firenze su . Siamo dunque felici di far riemergere questo passato con due fine settimana che porteranno a Foiano una nutrita rappresentanza di rievocatori per festeggiare i 500 anni dalla nascita di Cosimo I».