Focus sulla sicurezza nei Comuni di Cortona, Foiano della Chiana e Lucignano

Lo storico edificio medioevale, sede del Palazzo Comunale di Cortona, ha ospitato, questa mattina, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto di Arezzo, Anna Palombi, presenti il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, i rappresentanti dell’Amministrazione Provinciale ed i Sindaci dei Comuni di Cortona, Foiano della Chiana e Lucignano.

E’ stata analizzata la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio di quei comuni, approfondendo l’origine dei fenomeni delittuosi riscontrati al fine di definire le priorità verso le quali far convergere le strategie di prevenzione e contrasto, nell’ottica di soddisfare le legittime aspettative di sicurezza da parte dei cittadini.

 Dall’esame dei dati riferiti agli anni 2017-2018, è emerso un andamento generale della criminalità diversificato: Cortona ha registrato un significativo calo del 19%, mentre a Foiano della Chiana si è rilevato, al contrario, un incremento del 22%; sostanzialmente stabile è risultata, invece, la delittuosità a Lucignano.

 Una speciale valutazione meritano per i reati predatori, in specie i furti, che nel raffronto 2017-2018, sono diminuiti a Cortona (-14%) ed a Lucignano (-6%) mentre hanno subìto un considerevole incremento a Foiano della Chiana passando da 93 a 148 (+59%). In particolare, è stata la fattispecie dei furti in appartamento a mostrare i numeri maggiori: nel biennio 2017-2018 è stato riscontrato un +171% a Foiano della Chiana, con 65 episodi del 2018 a fronte dei 24 censiti nel 2017.

Per quanto riguarda, invece, il raffronto tra il primo trimestre del 2018 con l’analogo periodo del 2019, è stato rilevato un calo considerevole dei delitti in tutti i Comuni.

I Sindaci, nel riconoscere l’encomiabile e costante apporto delle Forze di Polizia ed in particolare dell’Arma dei Carabinieri, hanno espresso al Prefetto l’esigenza di incrementare il livello del controllo del territorio, soprattutto sul versante del contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti e dei reati predatori, per fare in modo che la sicurezza realmente assicurata dagli organi di polizia corrisponda il più possibile a quella percepita dalla popolazione locale.

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri, nel riepilogare l’impegno operativo dell’Arma nel comprensorio, ha riferito che nel 2018 sono stati effettuati 5667 servizi di controllo e che, grazie all’intensa azione di investigazione, sono stati individuati ed assicurati alla giustizia i responsabili dei furti negli appartamenti commessi a Foiano della Chiana nel 2018.

Lo stesso Comandante ha confermato che l’attività operativa sarà incrementata e migliorata con l’effettuazione non solo di azioni di prevenzione e contrasto ma anche rafforzando la circolarità delle informazioni provenienti dai cittadini.

Il Questore, nel ribadire le positive indicazioni emerse dai dati statistici, ha riaffermato il massimo impegno delle Forze di Polizia per dare attuazione al concetto di sicurezza partecipata del territorio che si fonda sulla collaborazione dei cittadini e sulla circolarità delle notizie. Inoltre, il medesimo ha richiamato l’attenzione sulle disposizioni che debbono essere attuate in materia di security e di safety affinché ogni evento o spettacolo pubblico, che richiama la presenza di spettatori, si svolga in una cornice di massima sicurezza.

Il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, nel precisare che il Corpo è costantemente impegnato nei controlli di carattere economico-finanziario sulle attività economiche e commerciali tipiche del territorio, si è soffermato sull’attenzione che deve essere riservata, da parte di tutte le istituzioni a vario titolo coinvolte, nel settore degli appalti pubblici e delle pubbliche forniture, affinché l’economia legale ed i canali di impiego del denaro pubblico siano adeguatamente protetti da ogni potenziale forma di infiltrazione della criminalità organizzata e sia possibile intercettare il proliferare di fenomeni delittuosi quali il riciclaggio del denaro di provenienza illecita.

E’ stato anche fatto il punto sullo stato di utilizzazione dei sistemi di videosorveglianza, già funzionanti a Cortona, che, installati nei punti strategici si sono rivelati una risorsa preziosa per l’attività investigativa delle forze di polizia ai fini dell’individuazione dei responsabili dei reati nonché in chiave di prevenzione costituendo un efficace deterrente per contrastare i danneggiamenti e lo spaccio di stupefacenti.

In tale quadro, le amministrazioni municipali di Lucignano e di Foiano della Chiana sono state sensibilizzate ad attivarsi per presentare alla Prefettura i progetti relativi all’installazione dei predetti sistemi.

Per quanto riguarda gli strumenti su cui puntare per un miglior controllo del territorio, il Prefetto ha ribadito la necessità che i Sindaci attivino il c.d. “controllo di vicinato”, ed il protocollo, già firmato con il Comune di Arezzo,  “mille occhi sulla città” che vede il coinvolgimento degli istituti di vigilanza.

L’incontro odierno è stato molto apprezzato dagli amministratori locali intervenuti, che hanno dichiarato di voler proseguire sul percorso di fattiva collaborazione con le Forze di Polizia, rivelatosi positivo sia per la risoluzione delle problematiche che quotidianamente emergono sia per mantenere sempre ad alti livelli l’attenzione ed il controllo sul territorio.