Freddo e ghiaccio, la maggioranza di centrodestra mostra tutta la propria inadeguatezza

30
Eleonora Ducci
Eleonora Ducci

Dichiarazione di Eleonora Ducci gruppo consiliare centrosinistra provincia di Arezzo

I primi risultati dell’amministrazione Chiassai parlano chiaro e destano sicuramente forte preoccupazione.
Studenti obbligati a stare in classe al freddo e al gelo con giubbotti e sciarpe per giorni, portandosi da casa coperte e plaid e costretti addirittura a manifestare dopo diversi giorni di freddo in aula pur di avere delle risposte; ghiaccio nelle strade e disagi per tutti gli automobilisti che percorrono le strade provinciali, anche quelle più importanti e trafficate. In questo inizio 2019, dopo solo pochi mesi di mandato, la Presidente Chiassai e la sua maggioranza di centrodestra dimostrano tutta la propria inadeguatezza ed incapacità a far fronte ai problemi.
Sotto l’amministrazione Vasai, negli scorsi anni, mai era capitata una cosa del genere. È sempre stata premura dell’amministrazione in passato agire in maniera preventiva, accendendo i riscaldamenti nelle scuole qualche giorno prima del rientro in modo da evitare i disagi che si sono manifestati in questi giorni in molti plessi, oltre che agire con i mezzi spargisale, anche durante le ore notturne e con la forte collaborazione del personale dell’Ente, per prevenire i disagi nelle strade quando le previsioni meteo indicavano importanti possibili formazioni di ghiaccio.
Tutti ció che invece sta accadendo in questi giorni non è ammissibile o giustificabile.
In occasione dell’insediamento la Presidente Chiassai sostenne che da quel giorno si sarebbe tracciata una linea netta rispetto al passato, fra l’altro con toni abbastanza incomprensibili vista la situazione finanziaria dell’Ente degli ultimi anni che certo non ha permesso grandi scelte od investimenti oltre la gestione dell’ordinario: se questo è il cambiamento che ci attende siamo veramente preoccupati per cosa succederà nel prossimo futuro per le nostre scuole superiori e le strade provinciali.
Invitiamo quindi la Presidente Chiassai e la sua maggioranza di destra ad occuparsi tangibilmente delle esigenze dei ragazzi e dei cittadini del nostro territorio, ripristinando quanto prima le migliori condizioni all’interno dei plessi scolastici gestiti dalla Provincia e prevenendo disagi come quelli, inaccettabili, riscontrati in questi giorni.
I sorrisi, le strette di mano e le passerelle non miglioreranno certo le condizioni dei cittadini, quando le risorse sono limitate è necessario lavorare concretamente, lontano dai riflettori, per cercare di rispondere ai bisogni della popolazione. Una regola che forse la Presidente ignora, preoccupata più dell’apparenza che della sostanza.