Giocando s’impara: la lepre troverà la carota?

Qual è il gioco piu’ bello del mondo?

Se lo chiedi a un napoletano Ti risponderà di certo la “cazzimma”.

Il gioco consiste nel colpire un pallone e farlo rimbalzare contro un muro.

Il bambino che viene dopo il primo che ha colpito il pallone ha il tempo di un rimbalzo per ricolpire il pallone e facendolo rimbalzare di nuovo a terra una sola volta deve scaraventarlo di nuovo contro il muro e continuare così per tutto il numero di giocatori.

Ogni giocatore deve ricordarsi il suo turno altrimenti viene eliminato.

Ogni volta che qualcuno non riesce a colpire il pallone entro un solo rimbalzo viene eliminato. Vince chi rimane per ultimo.

L’elemento fondamentale del gioco è la strada, perché tutto quello che fa parte del campo di gioco fa gioco.

Marciapiedi, balconi, i “cazzimbocchia” che sarebbero le dunette di asfalto che si fanno nei parchi per far rallentare le auto, pali, auto, ringhiere, lo stesso muro può essere irregolare.

Quindi potete immaginare la miriade di rimpalli, cambi di direzione, ostacoli e via dicendo.

Perché viene chiamato “cazzimma”?

Perché in pratica ogni bambino deve mettere in atto tutte le sue abilità fisiche e mentali per mettere in difficoltà gli avversari.

In questo caso la “cazzimma” potrebbe significare “il saperci fare”.

Usare furbizia, strategia e abilità.

Nuovo appuntamento con Giocando s’impara, la nuova rubrica di Arezzoweb che tutti i sabato alle ore 10.00 presenta un percorso di giochi e attività che possano stimolare la capacità di osservare e immaginare dei bambini.

Oggi decidiamo di AIUTARE la lepre a trovare le carote ma anche di fare centro con la nostra freccia, un gioco  proposto qualche settimana fa e piaciuto molto ai nostri lettori.

Giocando s’impara significa giochi facili facili che metteranno alla prova le abilità logiche dei bambini.

Un file pdf da scaricare gratuitamente, da colorare, disegnare, completare assieme ai nostri bambini.

Trovare le differenze, scoprire la strada giusta del labirinto, completare delle sequenze.

Aguzzare l’ingegno e imparare senza fatica, affrontando giochi con numeri e parole.

Disegni da colorare.

Tracciati da terminare.

Labirinti per far correre le matite e facili domande a cui rispondere.

Tutte le settimana questo e molto di piu’ è Giocando s’impara.

Scarica QUI gratuitamente la pagina A4 di Arezzoweb.it e gioca con matite e pennarelli.

Buon divertimento.

RUBRICA A CURA DI ROBERTO FIORINI