Giocando s’impara: le parole nascoste

Suona la campanella; scopa, scopa la bidella; viene il bidello ad aprire il portone;
viene il maestro dalla stazione; viene la mamma, o scolaretto, a tirarti giù dal letto…Viene il sole nella stanza: su, è finita la vacanza. Metti la penna nell’astuccio, l’assorbente nel quadernuccio, fa la punta alla matita e corri a scrivere la tua vita. Scrivi bene, senza fretta ogni giorno una paginetta. Scrivi parole diritte e chiare: Amore, lottare, lavorare”.
Oggi introduciamo con una filastrocca di Gianni Rodani un nuovo appuntamento con Giocando s’impara, la nuova rubrica di Arezzoweb che tutti i sabato alle ore 10.00 presenta un percorso di giochi e attività che possano stimolare la capacità di osservare e immaginare dei bambini.
Giocando s’impara significa giochi facili e divertenti che metteranno alla prova le abilità logiche dei bambini.
Trovare le differenze, scoprire la strada giusta del labirinto, completare delle sequenze.
Aguzzare l’ingegno e imparare senza fatica, affrontando giochi con numeri e parole.
Disegni da colorare.
Tracciati da terminare.
Labirinti per far correre le matite e facili domande a cui rispondere.
Tutte le settimana questo e molto di piu’ è Giocando s’impara.
Scarica Giochi sabato 28 settembre 2019gratuitamente la pagina A4 di Arezzoweb.it e gioca con matite e pennarelli.
Buon divertimento.