Giostra: come è andato il secondo giorno di prove in piazza

Siamo arrivati al secondo giorno di prove delle quattro previste dal regolamento tecnico oltre al giorno del venerdì che prevede il turno facoltativo. Ma facciamo il resoconto di come è andata la giornata.
Il primo quartiere a scendere in piazza è stato Porta Sant’Andrea che mostra la forza e precisione del primo giorno. Vedovini non sbaglia un colpo e dopo un 5+5 in sella a Conte fa esordire in piazza Stella Cometa un bel cavallo che fin da subito mostra un’ottima attitudine alla piazza e anche con l’esordiente la musica non cambia 5. Il suo compagno Marmorini monta Sibilla tre tiri anche per lui 4 – 5 – 5 mostrano un netto miglioramento rispetto al lunedì.
Porta del Foro porta i cavalli titolari Nuvola e Grace Coloner. I vincitori di giugno effettuano cinque tiri. Parsi fa 4 e 5 al secondo tiro mentre Innocenti ne fa uno in più il primo sul 3 poi 5 + 5. Da notare che nei due tiri che hanno colpito il centro il giostratore in entrambi i casi si è fatto sfuggire la lancia per riprenderla immediatamente. Porta del Foro aveva fatto meglio il primo giorno ma il secondo mostra uno stato di forma ottimo da primi della classe.
E’ la volta di Santo Spirito che vede uno Scortecci su Farfalla cavallo di riserva ma il risultato è sempre il solito 5+5+5. Il suo compagno Cicerchia effettua cinque tiri in sella a Olimpya il primo tiro va sul due poi due quattro. Ma negli ultimi due tiri sembra che il giostratore gialloblu abbia trovato il giusto equilibrio tra cavallo e tiro cancellando il cinque due volte consecutive (5+5).
Entra per ultimo Porta Crucifera Vanneschi su Carlito Brigante fa tre tiri 4 – 3 – 5 poi monta come fatto il giorno prima Rosa e colpisce un 4. Il suo compagno Rauco porta Pia e ci fa tre tiri 4 + 3 + 5 poi anche lui monta il cavallo di riserva colpendo due volte il buratto 4 + 5. A Porta Crucifera ci vuole qualche tiro di prova per andare poi a colpire il cinque.
Dopo due giorni due giostratori super Vedovini e Scortecci subito dietro gli altri Parsi, Marmorini, Cicerchia e subito dopo Rauco-Vanneschi.
Ad oggi questo dicono le prove ma già domani ne sapremo di più i giorni scorrono veloci e il tempo per provare, nonostante le noiosissime e lunghissime prove, sono sempre di meno.