Gli allenatori di fitness in acqua a lezione al palazzetto del nuoto

Il palazzetto del nuoto di Arezzo ospita un evento di fitness in acqua dedicato all’evoluzione dell’allenamento. Da domenica 8 settembre prenderà il via un ciclo di otto sessioni formative che, sviluppate nel corso dell’intera stagione, sono animate dall’obiettivo di far progredire un gruppo di tecnici capaci di sviluppare e di rinnovare un’attività sportiva che vanta ogni anno sempre più allievi. La crescita di questo movimento è registrata anche all’interno delle piscine di Arezzo e di Foiano della Chiana dove il fitness in acqua viene proposto attraverso tante diverse discipline che variano per metodologie di allenamento, tipologie di esercizi, altezza delle vasche, parti del corpo allenate e attrezzi utilizzati, con la presenza anche di una squadra agonistica che si è piazzata quarta agli ultimi campionati italiani. Tale fermento ha animato la Chimera Nuoto a proporre questo percorso che farà affidamento sulla presenza come formatore di Diego Taddei, docente della Federazione Italiana Nuoto e tra i massimi esperti della didattica di questo sport.
L’appuntamento dell’8 settembre prenderà il via alle 14.00 e si svilupperà attraverso un’introduzione teorica, una parte pratica in vasca e un laboratorio per rielaborare quanto vissuto. Tra gli argomenti trattati rientreranno la definizione del fitness in acqua e delle caratteristiche di un istruttore, la struttura di base di una lezione e la programmazione di un ciclo di allenamenti, il rapporto con gli allievi e le metodologie di valutazione della loro preparazione, l’importanza della comunicazione e l’utilizzo delle musiche più adatte per ogni esercizio. Per ulteriori informazioni è possibile contattare Marco Magara, direttore sportivo della Chimera Nuoto, al 347/42.49.641. «Il fitness in acqua è uno sport in crescita – ribadisce Magara, – dunque è necessario formare tecnici qualificati in grado di rispondere alle sempre maggiori richieste e capaci di proporre metodi di allenamenti innovativi per una proposta didattica ritagliata sulle esigenze di ogni allievo».