iGeneration – Apple Airpods 2

Esistono le cuffie blutooth e poi ci sono gli Airpods di Apple.

La seconda generazione delle cuffie bluetooth della Mela è arrivata qualche mese fa: apparentemente identica alla precedente, offre in realtà alcuni piccoli ma sostanziali miglioramenti

Nuovo appuntamento con , la rubrica di Arezzoweb.it interamente dedicata al mondo dell’.

Dai agli elettrodomestici, dai videogiochi all’audio, dai cellulari ai , tutto questo e molto di più è iGeneration, ogni martedì alle ore 10.00.

igeneration

Gli auricolari AirPods sono senza dubbio tra le novità più interessanti presentate da Apple nelgi ultimi anni.

Sono diventati una moda e hanno dato il via a una serie di imitazioni, che finora non sono riuscite a far di meglio.

Gli AirPods sono gli auricolari che suonano meglio di tutti, ed anche se non sono quelli che isolano meglio dal rumore, garantiscono il miglior posizionamento nell’orecchio o la resistenza ad , sudore e polvere.

Tutto questo valeva per la prima generazione e vale anche per la seconda, arrivata qualche mese fa, che adotta un nuovo chip H1 e che supporta il Bluetooth 5.0 oltre ad una migliore sincronizzazione audio.

Nell’uso di tutti i giorni, Siri è forse la novità più interessante: non serve un doppio tap sulla cuffia per attivarla, basta parlare: comodo, specie in e ancora di più in .

Non ci sono controlli di volume sugli AirPods 2, è possibile dire a Siri di abbassarlo o alzarlo.

O anche di saltare un brano in avanti o indietro, ma la funzione è attiva solo in Apple Music, non in Spotify o altri servizi musicali.

La batteria dei nuovi AirPods ha la stessa capacità della prima generazione.

Apple dichiara la stessa autonomia in ascolto di (5 ore) ma il 50% in più di tempo di conversazione.

Se siete indecisi, potrebbe essere il momento giusto per acquistare gli Airpods.

Sono pratici, affidabili, offrono un suono buono e permettono di parlare al telefono anche in mezzo agli uragani.

Costano 179 euro.

2.jpg