Il Gruppo PD-InComune presenta un’interrogazione sul futuro della ex F.C.U.

Da settembre 2017 sono partiti i lavori di ammodernamento della ferrovia che collega Sansepolcro con Perugia, la tratta di Città di Castello è stata riaperta mentre i lavori su Sansepolcro non sono ancora partiti.

Questo sta comportando una situazione di disagio e isolamento, solo in parte risolta con gli autobus sostitutivi. Come gruppo Consiliare, a suo tempo avevamo presentato, una mozione per chiedere che l’Amministrazione e il Consigliere Provinciale Del Siena si adoperassero per rappresentare le istanze del territorio, per aggiornare il Consiglio Comunale e riaprire il passaggio pedonale di via Del Regliarino, chiuso, malauguratamente, poco prima dell’interruzione della linea. Purtroppo la nostra mozione è stata bocciata dalla maggioranza e la situazione dal 2017 non è cambiata.

Per questo presentiamo una nuova interrogazione per capire quanto dovrà ancora aspettare il nostro territorio per tornare ad avere il treno e se c’è una data di inizio lavori con un cronoprogramma. Inoltre, con un comunicato stampa dei primi di ottobre, l’amministrazione ha annunciato di aver vinto un finanziamento regionale di 94.000 euro per la rigenerazione urbana riguardante il progetto di riqualificazione della stazione ferroviaria, che da quando si è interrotto il transito ferroviario versa in uno stato di perenne abbandono.

A tal proposito vorremmo capire, quali sono gli accordi tra la proprietà dell’immobile e l’amministrazione comunale sul suo utilizzo,come questo nuovo progetto si integrerà con la ripresa del transito ferroviario e in base a quali criteri le associazioni o società verranno ospitate all’interno di quella che ormai sembra sempre più unexstazione.