Il virginian racconta la violenza sulle donne con “Lo Stronzo”

38
Andrea Lupo
Andrea Lupo

Mercoledì 20 febbraio alle 21 il sipario si apre sullo spettacolo del pluripremiato attore bolognese Andrea Lupo.

AREZZO- Tutto pronto per il quinto appuntamento della stagione di prosa del Teatro Virginian realizzata dall’Associazione culturale La Filostoccola. Mercoledì 20 febbraio alle ore 21 il sipario del teatrino di via de’ redi 12 si aprirà su “Lo stronzo”, lo spettacolo del Teatro delle Temperie scritto, diretto ed interpretato dall’attore bolognese Andrea Lupo, già insignito nel 2000 del Premio Ubu e vincitore nel 2017 del Roma Fringe Festival come miglior attore. Una tappa, quella aretina de “Lo Stronzo”, inserita all’interno di una lunga tournée di successo capace di toccare i più importanti teatri dello stivale come il Teatro Gobetti di Torino.

Il tema della violenza sulle donne viene affrontato dalla stagione del Virginian per la seconda volta in pochi mesi – spiega Alessandro Marini, docente e attore e direttore artistico della Filostoccola”-. Dopo aver ospitato ‘Bloodymary’ nel mese di novembre, la nostra rassegna propone adesso al pubblico aretino uno spettacolo di elevata caratura che indaga la psiche degli uomini cosiddetti normali diventati però autori di atti di estrema aggressività nei confronti delle persone che lo circondano nell’ambiente domestico. Uno spettacolo che porta a riflettere specie se letto alla luce dei fatti di cronaca da cui siamo purtroppo assediata al giorno d’oggi”.

Semifinalista del Premio In-box 2018, “Lo stronzo” si fonda su un’unica grande domanda rimasta finora senza risposta: cosa può spingere un uomo a commettere atti di atroce violenza contro una donna? In scena Andrea Lupo vestirà i panni di Luca, un uomo in procinto di uscire per festeggiare con la moglie Lilli il loro decimo anniversario di matrimonio. Bastano tuttavia una parola sbagliata ed una reazione scomposta a far precipitare gli eventi: Lilli si spaventa e si allontana sbattendo una porta e, forse, chiudendosela definitivamente alle spalle. A nulla servono le imprecazioni e le parole di Luca: l’uomo resta solo, bloccato da quella porta (unico elemento fisico presente sulla scena) che non è in grado di aprire. E non perché Lilli l’abbia realmente chiusa, ma perché a lui mancano i mezzi culturali ed emotivi per capirne i meccanismi e scardinarne l’impenetrabilità. Scaturisce da qui un’escalation di sensi di colpa e situazioni di inadeguatezza che troveranno valvola di sfogo in un’aggressività inaudita ed inspiegabile.   

Anche quest’anno in concomitanza con gli appuntamenti della stagione, tornano le gustose iniziative pre-spettacolo del locale Crepes de Lune antistante al Virginian: dalle 19 alle 21 potrete partecipare ad “Uno spettacolo di cena” con crepe e calice di vino a prezzo speciale. Il costo del biglietto intero sarà di 10 euro; il ridotto (per gli under 25 e gli over 65) costerà 8 euro. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 3343425268 (Alessandro).