Irruzione dei carabinieri in un bar con il cane antidroga Csita, stroncato giro di spaccio

I carabinieri della stazione di Levane, con l’aiuto del cane “Csita” del Nucleo Cinofili di Firenze, hanno effettuato uno specifico servizio presso un bar di Bucine, dove ripetute segnalazioni avevano indicato uno “strano giro” all’interno.

Dopo un periodo di monitoraggio, i militari della stazione levanese hanno fatto irruzione all’interno dell’esercizio pubblico e, grazie anche all’intervento del cane, sono riusciti a recuperare quasi un etto e mezzo di marijuana, sia addosso all’arrestato, che rinvenuta in alcuni punti del locale; altre tre persone presenti, su alcune delle quali è stata trovata una modica quantità di stupefacente, sono state denunciate a piede libero, in quanto ritenute complici dell’arrestato. Una di essere risulta essere il barista mentre l’altra un’addetta delle pulizie del locale.

I militari hanno esteso la perquisizione anche alle abitazioni di tutti i soggetti, rinvenendo una modica quantità di marijuana anche a casa dell’arrestato, un albanese operaio nell’edilizia.
Per lo straniero è stato disposto il trattenimento in cella di sicurezza in attesa del processo con rito direttissimo.