Johnson & Johnson ritira talco per neonati

La Società Johnson & Johnson ha avviato il primo ritiro dal mercato di un lotto del suo talco per neonati e bambini, per la presenza di tracce di asbesto.
Le impurità della sostanza cancerogena sono state accertate nel lotto #22318RB e comprende 33.000 confezioni.
La società ha iniziato il ritiro dal mercato dopo essere stata travolta da migliaia di denunce e cause legali da parte di consumatori a causa di tumori e altri danni alla salute attribuiti all’uso di prodotti al talco.
Si tratta del primo ritiro di un talco effettuato dalla Johnson & Johnson, che fino ad oggi ha negato la contaminazione con impurità tossiche dei propri prodotti.
La società ha anche comunicato di aver avviato una “rigorosa indagine interna e di aver deciso il ritiro del lotto in via cautelare“.
L’amianto crisotilo trovato in piccole tracce nel lotto di polvere di talco ora ritirato dal mercato e’ uno specifico tipo di amianto.
Ve ne sono sei tipologie principali.
Il dibattito sulla cancerogenita’ della sostanza e’ in corso da molti anni.
Molto studi hanno associato l’ esposizione a polveri di amianto crisotilo ad un aumento dei rischi di vari tipi di tumore: della pleura, delle ovaie, e di mesoteliama.
Una volta inalate, le fibre di questo amianto, penetrano i polmoni e creano uno stato di infiammazione di lunga durata soprattutto nella pleura.
L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) si è espressa chiaramente: tutti i tipi di amianto sono cancerogeni, incluso il crisotilo.

BAmbini 2