Kamishibai: il teatro di carta per raccontare le storie

Tre appuntamenti dedicati ai piccoli

Il Kamishibai o “teatro di carta” è una forma di narrazione presente in Giappone già dal XII secolo. Si tratta di un originale strumento di lettura e animazione, un teatro d’immagini utilizzato dai cantastorie che tengono in una valigetta in legno tavole stampate con da una parte il disegno e dall’altra il testo. Lo spettatore vede l’immagine mentre il narratore legge la storia.

Il Kamishibai, grazie a Oxfam Italia Intercultura, arriva adesso nelle biblioteche della Rete documentaria aretina: Arezzo, Bibbiena, Castelfranco-Pian di Scò e Pratovecchio-Stia.

Ad Arezzo, saranno tre gli appuntamenti, tutti ospitati dalla Sezione ragazzi: lunedì 25 novembre alle 10, si terrà un incontro dedicato alle scuole, lunedì 2 dicembre alle 17 ai bambini dai 6 agli 8 anni, lunedì 16 dicembre alle 17 ai bambini dagli 8 ai 10 anni. Dopo il teatro di carta e il relativo racconto, verranno proposti laboratori sulle storie e la loro creazione in base all’età dei bambini partecipanti.