La Polizia Locale ha festeggiato San Sebastiano: il bilancio di un anno di attività

GUARDA LA PHOTOGALLERY

Celebrato con la santa messa presso Santa Maria della Pieve e a seguire con il bilancio dell’attività 2018 e la consegna degli encomi nella sala di , il patrono della Locale San Sebastiano.

“La ricorrenza di San Sebastiano è l’occasione per incontrare la cittadinanza e dimostrare la nostra vicinanza a tutta la popolazione. Quest’anno, abbiamo scelto di festeggiarla presso la Pieve per dimostrare tutta la nostra vicinanza alle famiglie delle due vittime dell’Archivio di Stato morte durante la loro attività lavorativa, auspicando che il loro sacrificio serva ad incrementare i livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro al fine di evitare ulteriori tragedie” ha detto il comandante Cino Augusto Cecchini.

E’ stato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini a leggere un messaggio del Alessandro Ghinelli, impossibilitato ad essere presente per motivi di salute: “Signor Prefetto, autorità Civili e Militari, caro Comandante, Signori Ufficiali, Agenti di Polizia Locale, è con grande gioia e  con sentimenti di sincera gratitudine da parte della città che ho l’onore di rappresentare che invio questo messaggio di saluto in occasione della celebrazione di San Sebastiano 2019. E lo faccio attraverso questo messaggio che affido al vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, per le mie ancora precarie condizioni di salute, che mi consentono di vivere il decorso della noiosa malattia che mi affligge da qualche giorno, a casa, piuttosto che in , a condizione tassativamente imposta dai medici, di riposo assoluto, e di non abbandonare il mio soggiorno, circostanza di cui si è fatto garante mio figlio, e che quindi mi vede soccombente a prescindere.
San Sebastiano trafitto dai dardi, e dagli strali dei suoi massacratori è un simbolo al quale da secoli, a partire dal Mantegna, forse il più famoso, per passare ad Antonello da Messina, al Veronese, al Perugino, allo stesso Guido Reni, tanti artisti si sono ispirati per effigiare in una immagine un sentimento: la fedeltà ad un ideale e la capacità di sopportazione del dolore tipica del martire. Trovare riscontro di tali caratteristiche oggi, nel nostro sistema politico sociale è ovviamente quasi impossibile, ma ravvisarne i caratteri distintivi non è difficile. Ebbene San Sebastiano, cari agenti di Polizia Locale, è il santo protettore del vostro perché in voi è stato visto e codificato lo spirito misericordioso di chi aiuta i bisognosi, cioè i cittadini, a risolvere i temi più disparati, dalla sicurezza, al mantenimento delle corrette condizioni di ordine negli spazi pubblici, al corretto esercizio delle attività commerciali, e tanto altro. E tutto questo sempre e soltanto per il dovere di ufficio, e spesso, per fortuna non sempre, nell’indifferenza, o talvolta addirittura in presenza di comportamento ostile del cittadino, che una volta passato dalla parte del sanzionato, reagisce in maniera poco consona. Queste sono le frecce che da sempre assillano e pervadono il ‘’ di Polizia Locale. L’Amministrazione Comunale ha molto investito in risorse umane e materiali nel , dando così la risposta che le competeva rispetto alle attese dei cittadini. Di quanto avete fatto, di quanto fate, e di quanto farete, grazie anche a queste risorse, per migliorare le condizioni di vita dei cittadini io vi do atto e vi ringrazio. L’augurio è che anche per il 2019 i dati caratteristici della gestione siano in miglioramento ulteriore, ben consapevoli che non sempre un grazie vi e ci perverrà, ma che questo non deve spostare di un millimetro la nostra linea di controllo del territorio centrata sul pieno e incondizionato rispetto delle regole. Consentitemi in chiusura due saluti particolari: uno al nuovo Questore dott. Cilona arrivato da pochi giorni nella nostra città, che insieme al signor Prefetto coordinerà le azioni volte al miglioramento della sicurezza, di cui tanto si sente richiesta: buon lavoro Signor Questore. Sono certo che l’integrazione con la nostra Polizia Locale sarà proficuo e positivo.
Il secondo un saluto cordialissimo al Manipolo di agenti che ho accompagnato nell’ottobre scorso alla parata del Columbus Day a New York, che li ha visti sfilare, unico corpo militare italiano in divisa, dietro al tricolore, e accanto al sindaco, in rappresentanza del nostro paese, immediatamente dietro la banda dei cadetti di West Point: grazie, non ci sarebbe stato modo migliore per onorare le vostra divisa e consentire di fare altrettanto con la mia fascia tricolore, nel paese che più di altri rappresenta l’italianità fuori dai confini della Patria”.

Durante l’incontro a palazzo Cavallo sono stati resi noti anche i dati dell’attività del 2018. Rilevate 30.734 soste irregolari, 8.011 eccessi di velocità rispetto alle 8.605 del 2017, 7 violazioni per mancanza del casco, 409 per mancato uso delle cinture di sicurezza rispetto alle 259 del 2017, 355 per uso del telefonino alla guida in diminuzione sull’anno precedente quando erano state 436, 52 casi per guida sotto l’effetto di alcol e 11 sotto l’effetto di . Gli episodi di omissione di soccorso sono stati 22, in crescita rispetto al 2017 quando ne erano stati registrati 19. Le violazioni alle Ztl sono state 30.492 con un calo rispetto al 2017 quando erano state 33.559. In totale sono stati decurtati 15.340 punti della patente. Sequestrati 507 veicoli e ritirate 111 patenti.

Nell’ambito delle attività amministrative nel 2018 sono state gestite dalla PL 125 manifestazioni, 106 eventi sportivi, 11 raduni e 23 fiere. Riguardo alla sezione tutela del consumatore, polizia commerciale e contrasto all’evasione fiscale e tributaria sono stati controllati 284 esercizi di vicinato, 79 strutture alberghiere e extra-alberghiere, 165 pubblici esercizi, sale gioco e circoli privati, 5 manifestazioni e sagre. Le tipologie di controllo effettuato sono state 51 per vendita di alcol, 25 per e/o attività rumorosa, 43 per prescrizioni al regolamento di polizia urbana e 5 in merito al regolamento su sagre e feste rionali.

In termini di sicurezza stradale sono stati rilevati 324 incidenti con danni materiali che erano stati 338 nel 2017, 340 con feriti, 12 in prognosi riservata, 6 mortali per un totale di 682 sinistri. La maggiore concentrazione di incidenti è stata il giovedì con 127 episodi e il martedì con 110. I reati individuati a seguito di rilevazione degli incidenti sono stati 20 per guida in stato di ebbrezza e 10 per omissione di soccorso, 6 per omicidio stradale, 8 per lesioni colpose.

Tra le strade che hanno registrato gli incidenti più gravi la Ss 73 Senese Aretina con 48 sinistri e la Sr 71 Umbro Casentinese con 54. Riguardo all’indice di mortalità per tipologia di 1 pedone vittima nel 2018 mentre nel 2017 erano stati 3, 2 i conducenti di motocicli, un solo automobilista.

Nell’ambito del presidio del territorio e della sicurezza urbana sono stati controllati 5.510 veicoli, 110 autocarri, effettuati 510 posti di controllo “Sicurezza stradale”, 126 i veicoli in stato di abbandono recuperati rispetto ai 33 del 2017, 88 le pattuglie impegnate nei servizi di controllo allo .

Sono state poi 170 le ore di docenza in ambito di educazione stradale, 22 le scuole e 1460 gli alunni coinvolti, 11 gli agenti addetti.

Sono state 1.011 le ore di vigilanza nelle scuole, 13 i plessi scolastici coperti, 28 gli operatori della Polizia Locale e 12 quelli della Uisp impegnati quotidianamente.

Nel contesto della sicurezza urbana 671 i servizi di visibilità e anti degrado, 51 i posti di controllo con telelaser, 4 quelli con l’uso dell’etilometro, 29 i servizi congiunti ad altre forze di polizia.

Le chiamate arrivate alla Centrale operativa sono state 56.208 in aumento rispetto alle 53.199 del 2016. Mentre 315 le manifestazioni gestite.

Riguardo all’attività di polizia giudiziaria 4 le persone indagate in stato di arresto, 277 indagate a piede libero, 1.604 le denunce\ querele ricevute dalla PL. Infine, in merito all’attività della polizia urbanistica 193 i controlli edilizi effettuati, 107 gli abusi edilizi accertati, 94 le sanzioni amministrative.

Nel corso della cerimonia sono stati attribuiti encomi a operatori che, nel corso del 2018, si sono particolarmente distinti durante l’attività di servizio. Si tratta dell’ispettore Sergio Magrini, del commissario Massimo Milloni, dell’ispettore Monica Crestini ora in servizio alla Polizia Municipale di Monte San Savino, degli assistenti scelti Michele Gori, Tiziana Boschi, Daniela Peruzzi, Teresa Aratoli, Davide Frondaroli, Chiara Coralli, degli assistenti Alice Belardi, Roberto Prestigiacomo ora ispettore del corpo, degli agenti scelti Marco Ghezzi, Giacomo Bracchini, Marco Carnesciali, dell’ispettore, ora commissario, Marco Bigliazzi, dell’assistente scelto Iris Battistelli, degli agenti Jessica Angelini, Valentina Amadori e Valerio Palmiero, dell’ispettore Gianluca Brutti, degli assistenti scelti Luca Casini e Paolo , degli assistenti scelti Alessandro Casini, Claudio Lucani, Moreno Laurenzi e dell’agente Alessia Arrighetti, dell’assistente scelto Fabio Gialli e dell’agente scelto Fabio Carnesciali.