L’alternanza scuola-lavoro proposta da Prospettiva Casentino

31
bty

E’ iniziato oggi un altro percorso di alternanza scuola-lavoro che vede impegnati 15 ragazzi del Liceo Scientifico ( terza superiore) di Poppi nell’organizzazione di “Aspettando tasto 89”ossia il progetto innovativo inaugurato lo scorso anno all’interno della fortunata manifestazione “Naturalmente Pianoforte” che aveva visto un altro gruppo di liceali nell’organizzazione di uno spazio fisico e di un proprio cartellone di eventi con “Tasto 89”.

 “Tasto 89” rappresenta il risultato di un progetto proposto dall’Associazione PratoVeteri (il soggetto organizzatore dell’intera manifestazione),  che ha visto il sostegno economico dell’Associazione di imprenditori “Prospettiva Casentino”.
Questo spazio, pensato concretamente lungo le rive dell’Arno, all’esterno delle mura del Monastero delle Monache Camaldolesi, a Pratovecchio, ha avuto un grande successo lo scorso luglio e per questo si è deciso di riproporlo anche questo anno in cui la manifestazione biennale salterà e proporrà solo una giornata dal titolo significativo “Aspettando Naturalmente Pianoforte”. 

Questa mattina, nella sala Landino sopra il Teatro Antei si sono ritrovati i ragazzi, due volontari di PratoVeteri – Marco Taddei e Simone Maglioni – e due rappresentanti di Prospettiva Casentino Giovanni Basagni Presidente dell’Associazione  e Denise Vangelisti una delle imprenditrici del gruppo. Le loro testimonianze hanno inaugurato un percorso fatto di lezioni frontali con professionisti del calibro di Enzo Gentile, direttore artistico di “Naturalmente Pianoforte” e di prove pratiche che si concluderanno con l’organizzazione materiale a luglio di un momento di musica e cultura. 

Quest’anno il tema è quello del cammino tra etica e migrazioni in collaborazione con HYmmo Art Lab degli artisti Paolo Fabiani e Rossella Seri. 

Il Presidente di “Prospettiva Casentino” Giovanni Basagni ha commentato: “Misurarsi con il mondo esterno del lavoro o del volontariato; creare da soli; organizzarsi; pianificare un percorso insieme. Tutto questo è il valore aggiunto di questo progetto che abbiamo sostenuto e voluto come imprenditori per i ragazzi del liceo. Progettato, organizzato e gestito soprattutto dal gruppo degli studenti, “Tasto 89” ha l’obiettivo di dimostrare che i giovani sono capaci di costruirsi, in prima persona, i propri spazi di vita, di aggregazione e di socializzazione; ma dimostra anche la loro capacità di apportare un valore aggiunto al territorio nel quale quotidianamente vivono”.