L’assessore Tanti: “sempre più forte la collaborazione per progetti legati alla musica che cura”  

Utilizzare la musica per curare, migliorare, incuriosire, combattere la paura della diversità, ridurre il disagio sociale toccando le età dell’uomo, dall’infanzia fino alla terza età, mediante l’organizzazione di laboratori, corsi, seminari, campus e varie proposte culturali che animeranno la città di Arezzo, tutte gratuite per i partecipanti.

Queste le finalità del progetto “RiCreando Oltre il Suono. La musica come strumento di integrazione e cura” presentato dall’associazione Le 7 Note e a cui il Comune di Arezzo offrirà la propria collaborazione.

La delibera è stata approvata dalla giunta e rientra nel piano complessivo di supporto, in sinergia con la Regione, alle attività del terzo settore delle organizzazioni di volontariato e dalle associazioni di promozione sociale.

Il progetto in questione si propone di organizzare numerose tipologie di attività: campus musicale gratuito “Le prime note” rivolto a bambini da 0 a 5 anni; avviamento alla musica per l’infanzia presso i nidi e le materne gestite da Cooperativa Koinè; orchestra Musicasempre, completamente gratuita a numero chiuso, riservando i primi posti ai soggetti più bisognosi e Campus delle orchestre sociali; coro Pop Bambini, in collaborazione con Unicoop Soci Firenze sezione soci Arezzo, attività destinata a bambini senza preparazione vocale; Arezzo Flute Festival, esibizioni dei più grandi flautisti italiani a ingresso gratuito; coro Pop Adulti, in collaborazione con Unicoop Soci Firenze sezione soci Arezzo, attività destinata ad adulti senza preparazione vocale; giornate all’Ospedale San Donato, con svolgimento di concerti e spettacoli con musica in corsia e approfondimenti sulla salute, sulle buone pratiche e stili di vita, sulla prevenzione sanitaria; giornate nel Parco del Pionta, con concerti aperti a tutti i cittadini e volti ad offrire un’occasione in più per visitare, vivere e conoscere il Pionta, un parco afflitto da numerosi problemi quali spaccio di droga, abuso di alcool, incuria e abbandono, difficoltà di integrazione tra varie comunità etniche, richiamando persone e migliorando la sua vivibilità; Io Sono Chi, laboratori di ascolto del corpo e della mente, nelle RSA Pescaiola e Pionta, per coinvolgere gli anziani ospiti delle Residenze; laboratori di musicoterapia per soggetti diversamente abili; gruppo strumentale “La Fonte di Arezzo”, in collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down di Arezzo, laboratori propedeutici alla musica e di pratica musicale per persone con diverse abilità.

L’assessore Lucia Tanti: “Prosegue l’alleanza tra l’amministrazione e l’associazione Le 7 Note per rafforzare progetti che mettono al centro la musica come elemento di cura e di coesione sociale. L’obiettivo della giunta Ghinelli è sempre stato quello di potenziare le sinergie con l’associazionismo e il terzo settore, nel solco di uno stile di governo che crea percorsi condivisi e collaborazioni tanto libere quanto stabili e strategiche”.​