L’Under16 della Sba centra l’accesso alla fase interregionale

La formazione aretina ha chiuso con un bel quarto posto la prima fase del campionato d’Eccellenza

Un quarto posto nell’Eccellenza e l’accesso alla fase interregionale. L’Under16 Chimet della  Arezzoarchivia la prima parte di stagione con un ottimo risultato che le permette di rientrare tra le quarantotto migliori squadre di tutta la penisola che restano ancora in corsa per il titolo italiano. La formazione, allenata da Giuseppe Delia, ha disputato il massimo campionato giovanile d’Eccellenza in cui si è scontrata con le più fortie blasonate società della pallacanestro  ma, vincendo quindici delle ventuno partite giocate, è riuscita a rientrare tra le prime quattro che hanno avuto accesso alla seconda fase. Per raggiungere questo risultato è stato necessario un esaltante finale di stagione che ha visto l’Under16 Chimet chiudere in crescendo e imporsi in tre scontri diretti di alta classifica: nel quartultimo turno ha piegato i quinti dellaLaurenziana  di per 87-73, poi ha avuto la meglio sui terzi del Dife Pistoia 2000 per 67-62 e infine ha superato i secondi del Biancorosso Empoli per 73-70. Il quarto posto ha aperto le porte per il campionato interregionale che, al via dal 23 marzo, vedrà i della opposti a cinque squadre di Lazio, Marche, Toscana e Umbria, mettendo in palio l’accesso alle finali nazionali: la prima otterrà la qualificazione diretta, mentre la seconda e la terza giocheranno gli spareggi.

La squadra, allenata da Delia, è rientrata tra le quarantottomigliori d’ in corsa per il tricolore

Il roster a disposizione di Delia ha fatto affidamento su un bloccocomposto da aretini nati nel 2003 e nel 2004 che sono cresciuti nel vivaio della Sba e che si sono dimostrati competitivi anche in Eccellenza, con una forte maturazione tecnica e caratteriale che ha coinvolto Lorenz Cabacungan, Marco Calzini, Francesco Cresti, Lorenzo Di Sangro, Andrea Furini, Mattia Gallorini, Giovanni Ghini, Andrea Giovacchini, Leonardo Marroni e Gianluca Milani. Un supporto alla squadra è stato infine garantito da Lazar Golubovic e Dimitrije Jankovic, due montenegrini arrivati ad per crescere con i tecnici della Sba e per mettersi alla prova nel massimo campionato giovanile italiano. «L’eccezionale finale del campionato e il quarto posto in classifica – commenta Delia, – vanno oltre ogni aspettativa. Con una squadra formata quasi esclusivamente da aretini abbiamo affrontato e vinto contro formazioni ben più quotate come Pistoia e Empolilegittimando così il nostro accesso tra le migliori italiane. Ora vivremo questa delicata fase interregionale, ma intanto mi complimento con i miei ragazzi per limpegno quotidiano e per l posta in ogni allenamento».