Nel terzo giorno di prove cinque a raffica anche con cavalli di riserva

Il terzo giorno di prove è stato caratterizzato dai tanti centri colpiti sul tabellone con cavalli titolari e con quelli di riserva. Il livello tecnico in questa edizione di settembre è decisamente più elevato rispetto allo scorso giugno.
Porta Sant’Andrea e Porta Santo Spirito sono tornati a colpire il centro in maniera impressionante in particolare Vedovini e Scortecci che non sbagliano un tiro. Un solo quattro per entrambi fino ad oggi sopra il cavallo titolare o quello di riserva. I loro compagni Marmorini e Cicerchia hanno ritrovato il sereno. Se il primo ha ritrovato l’affidabilità mostrata lo scorso anno, Cicerchia negli ultimi due giorni sembra tornato il cecchino che gli avversari hanno conosciuto fin dal suo esordio in piazza.
Porta Crucifera sta lavorando moltissimo con  cavalli e giostratori. Lorenzo Vanneschi oggi pomeriggio ha marcato due volte il centro su tre tiri totali dimostrando che il binomio funziona e la preparazione è a buon punto. Rauco non è andato oltre il quattro oggi in piazza ed è stato anche colpito dal mazzafrusto. La giornata di domani sarà utile per rifinire il programma e trovare la giusta carriera che li può consacrare definitivamente. Per i giovani giostratori rossoverdi domenica potrebbe essere un grande vantaggio quello di aprire la piazza.
Porta del Foro oggi ha portato solo i cavalli di riserva lasciando a riposo tutti i titolari. Una programmazione attenta ai particolari che fin da giugno ha dato i risultati sperati. La coppia Parsi – Innocenti rispetto a giugno è cresciuta ancora.
Ultima segnalazione l’esordio di Samuele Oroni sedicenne quartierista giallocremisi con il sogno nel cuore di correr giostra per il proprio quartiere. Un tiro sul tre per rompere il ghiaccio nell’esordio che ricorderà per sempre.