Nottebianca a San Giovanni Valdarno

Sabato 22 giugno, come succede da quattordici anni, San Giovanni Valdarno sarà immersa nella Nottebianca, uno degli appuntamenti più partecipati di tutto il Valdarno e della provincia di Arezzo, dove sono previste decine di migliaia di presenze.

L’antico centro storico della città valdarnese verrà animato, dalle 19 fino all’alba, di buon cibo, mostre, tanta musica e teatro di strada: un totale di oltre trenta eventi in una notte sola.
La musica avrà un ruolo importante, tanto che la lunga notte sangiovannese è inserita nel programma della Festa Internazionale della Musica che si svolge in tutta Europa nei giorni del solstizio d’estate.
L’ospite più atteso è il rapper francese-casertano Speranza, uno degli artisti più intriganti del momento.

Si esibirà sul palco della Notte del Tucano (in piazza C. Battisti) dove ci saranno anche Lango & Claudio VVS dei BlkRoc con Manticore, Goldfellas, Frecuenza DJ, un lungo concerto che inizierà nel tardo pomeriggio con il freestyle e la ”battaglia” fra rapper.

Un progetto artistico ma anche sociale curato dall’Associazione Tucano insieme a Vita da Vicolo.
In apertura l’ospite internazionale della Nottebianca sarà l’ensemble giovanile della Scuola di Musica Kekimayn di Yerevan, capitale dell’Armenia.

Un ensemble di flauti, sax, kanon, piano e cinque cantanti. Grazie alla collaborazione con il Comune di Cavriglia, che mantiene una sorta di “gemellaggio” con l’Armenia e i suoi artisti, verrà presentato alle ore 19 presso la Pieve di San Giovanni Bastista, un concerto di musiche di Schubert, Kuhlau, Khaciaturyan, Rakhmaninov, Lehar e classici popolari italiani di Bixio e napoletani di Falvo e Tosti.
Il festival Europlà (arrivato alla ventiquattresima edizione) presenterà gli spettacoli Cabaret Bipolar, Blob Show, Kalù Stripp Show, Allok!, Clown Luz, Ciacciabanda Street Band, fra Corso Italia e piazza Cavour.

Lo spazio bambini “Lunatika” a cura di Conkarma e il truccabimbi artistico di Ulli Ulli.
In piazza Masaccio l’istallazione di Sergio Traquandi (con la collaborazione di Riccardo Sinni) “Il Cerchio della pace – sentiero contro i conflitti”, un percorso da disegnare a gesso e corda.
E poi l’omaggio ai 60 anni dei Beatles con Revolution 1 (via Roma) e Superpila (zona ex-ospedale) e il grunge tribute di Nothings Grunge Rock in via Garibaldi. E ancora la mostra del Fotoclub Il Palazzaccio, l’edizione speciale della Mostra dei Presepi, la Notte dei Libri con gli autori valdarnesi alla Lear, Mr. Cadillac, il Sillabo con lo yoga per grandi e bambini.
Inoltre la Plazafood con DJ set in piazza Libertà, Fitzcarraldo Open Air in via Roma, il mercatino dell’artigianato e dell’antiquariato a cura della Proloco in via Garibaldi.
I musei saranno aperti per tutta la notte: Casa Masaccio con la mostra “Anime” di Giulia Piscitelli, il Museo delle Terre Nuove e Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie con “Guida sotto le stelle”, visite multilingue a cura degli studenti del Liceo Linguistico “Giovanni da San Giovanni”.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.