Nuovi distintivi di qualifica per la Polizia di Stato

La di Stato cambia i distintivi alle uniformi. Concluso il percorso di riforma avviato nel 1981. In via Filippo Lippi, nella sede della Questura aretina sono stati presentati i nuovi distintivi di qualifica dal vicario Carla Canonico.

“Una giornata epocale” ha detto Carla Canonico “per la . I nuovi distintivi non sono un’operazione di look ma il rafforzamento della identità civile dei poliziotti. Un percorso avviato con la riforma della 121 del 1981”.

Per ogni ruolo c’è un simbolo a identificare agenti, sovrintendenti, ispettori e funzionari. Il plinto araldico di color rosso per gli agenti. Il rombo dorato per il ruolo del sovrintendente. Un pentagono per gli ispettori e una formella per i funzionari. Per tutti l’aquila dorata che dal 1919 accompagna il .

I distintivi di qualifica sono stati disegnati dallo storico ed esperto di araldica Michele d’Andrea e sono uguali per tutti i ruoli; sarà il colore  delle mostreggiature a indicare le funzioni tecniche e scientifiche dei singoli poliziotti.