Nuovo servizio per i pazienti in terapia anticoagulante orale

53
ospedale malati febbre virus
ospedale malati febbre virus

Prende il via oggi in Valtiberina. Ecco cosa prevede

SANSEPOLCRO – Da oggi, martedì 26 febbraio, nel Distretto della Valtiberina parte un nuovo servizio per i soggetti in Terapia Anticoagulante Orale. I pazienti che hanno difficoltà ad effettuare il prelievo venoso, i bambini e gli adolescenti ora potranno effettuare il prelievo capillare per la determinazione del valore INR.

Il Laboratorio di Analisi-Chimico Cliniche mette a disposizione specifiche strumentazioni chiamate ‘coagulometri portatili’ che utilizzano tecnologie avanzate. Il test verrà eseguito tramite puntura del dito della mano dal personale infermieristico.

Il servizio sarà attivato nei seguenti punti prelievi:

  • Casa della Salute di Anghiari (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 9,00)
  • Casa della Salute di Pieve Santo Stefano (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 9,00)
  • Poliambulatori dell’Ospedale di Sansepolcro (dal lunedì al venerdì dalle 10,30 alle 11,30).

E’ inoltre disponibile un coagulometro che può essere trasportato nelle zone più lontane per garantire un servizio anche a chi abita in montagna, per esempio.

I pazienti potranno accedere tramite CUP con richiesta del Medico di Medicina Generale. Il risultato del test INR sarà trasmesso al paziente, dopo la validazione da parte del personale del Laboratorio Analisi, attraverso SMS (dopo l’apposita richiesta), oppure inviato nel Fascicolo Sanitario Elettronico; altrimenti potrà essere ritirato direttamente in formato cartaceo nei punti prelievi. La gestione della terapia anticoagulante sarà affidata al medico di Medicina Generale del paziente.

“Siamo soddisfatti perché in modo rapido siamo riusciti a garantire un servizio importante, che rappresenta una risposta per tutto il territorio – spiega Evaristo Giglio, direttore del Distretto – Vorrei ringraziare il dr. Ognibene, direttore del Laboratorio Analisi Chimico Cliniche, per il grande supporto dato nella realizzazione di questo progetto, molto atteso dalla popolazione. Il fatto di garantire il servizio anche nelle zone montane è una conferma ulteriore di come, tutto ciò che facciamo, ruoti intorno al cittadino e alle sue esigenze”.