Officina Klee: il polo culturale nel cuore del Valdarno è pronto a pulsare

Nasce uno spazio di dialogo, creatività e socializzazione che vuole essere un’alternativa urbana innovativa; proporrà numerose iniziative rivolte a diverse tipologie di fruitori, con una ampia programmazione culturale

In programma concerti, laboratori di fotografia, degustazioni organizzate con i partner del territorio, serate di ballo, reading e alle tavole rotonde

Sabato 19 ore 21.30 sul palco il veterano del rap tricolore Inoki

Cavriglia, 18 ottobre 2019 – Un polo multidisciplinare ben radicato nel territorio, ma con l’occhio rivolto alle politiche culturali internazionali, che vuole essere un’alternativa alla scena artistica delle grandi città: è questo il principio cardine del nuovo Officina Klee, spazio polivalente in località Cavriglia, nel cuore del Valdarno, tra Arezzo e Firenze, che apre i battenti in via delle Cantine, 50.

Nato dal recupero di un capannone di circa 400 mq, Officina Klee vuole essere un luogo di socializzazione e creatività, con numerose iniziative rivolte a diverse tipologie di fruitori e di età; in programma concerti, laboratori di fotografia, degustazioni organizzate con i partner del territorio, serate di ballo, reading e alle tavole rotonde.

Il progetto nasce grazie alla volontà di due associazioni – formate da giovani sotto i 30 anni – che hanno deciso di investire qui le proprie forze ed economie per creare una realtà viva e intergenerazionale: Fotosintesi Lab Project, che si è occupata della rigenerazione dello spazio, e che proporrà un calendario di appuntamenti che valorizzano talenti – locali e non – negli ambiti di fotografia, pittura e scultura, e di Officina Klee che gestisce la direzione artistica per la proposta di musica, teatro e poesia.

Dopo una giornata di open day e visite alla struttura, presenti al taglio del nastro dello spazio polifunzionale ospiti come i membri degli Zen Circus: Francesco ‘Maestro’ Pellegrini, impegnato a portare sul palco un’anteprima del suo nuovo album in uscita in autunno, a cui farà seguito il dj set di Ufo (18 ottobre, ingresso libero con tessera Acsi).

Sabato 19 invece, in programma il live del veterano del rap tricolore, nome storico della scena rap italiana, Fabiano Ballarin, meglio conosciuto come Inoki (apertura cancelli ore 21.30, ingresso 10 euro). Nella programmazione culturale dei primi mesi anche il concerto di Zulù (99 Posse) in collaborazione con il Lago Verde e Soul Rockers Sound System, in arrivo sabato 26 ottobre; le tavole rotonde con personaggi della politica, del mondo dello sport e della cultura; il teatro, con la stand up comedy della domenica (a partire da novembre, in collaborazione con Stand Up Comedy Italia); il liscio, pensato per un pubblico più adulto, ma non solo (da dicembre, con la band resident dell’ex Mariposa Alessandro Fiori); le mostre e i corsi di fotografia; la poesia, in arrivo a gennaio, con quattro tappe del campionato nazionale di Slam Poetry.

Dice Sergio Formica, tra i fondatori di Officina Klee: “Lʼobiettivo principale del progetto è di rivitalizzare, riqualificare e ristrutturare uno spazio sfitto da anni in una zona tra le più depresse del Valdarno, attraverso lʼutilizzo di strumenti come lʼarte visiva e ricreativa, i laboratori, le manifestazioni e le progettazioni tecniche. Officina Klee si pone lo scopo di intervenire sullʼarea trasformandola in un nuovo luogo di aggregazione. L’ esperienza e la competenza nei vari settori da parte dei nostri professionisti si mette a disposizione per lo sviluppo del territorio. Vogliamo creare un’alternativa urbana innovativa, diretta totalmente alla crescita, non solo economica ma anche culturale, della zona e, di conseguenza, della cittadinanza”.

Continua: “L’idea è quella di creare un luogo che si pone come centro culturale e di incontro del circondario, per accendere quel faro di socializzazione e creatività che talvolta è mancata nelle nostre zone. Vogliamo unire il tessuto locale, dai giovani alle famiglie, agli anziani, grazie a attività che facciano ragionare sull’oggi, su ciò che è attuale, ma nel pieno rispetto della tradizione”.

Officina Klee strizza l’occhio al panorama internazionale già dalla struttura, che valorizza l’ambiente originario, un capannone, mantenendo intatta l’architettura artigianale-industriale preesistente: invece dei cambi strutturali, si è scelto di esaltare quanto fosse già presente tramite espedienti artistici, portando così modernità in uno spazio considerato “vecchio”, in un connubio fra innovazione e tradizione. Gli interventi apportati hanno riguardato principalmente la messa in sicurezza dello spazio e l’accessibilità per i disabili. A ciò si aggiunge la collaborazione con i ragazzi dell’associazione fiorentina NoDump, alfieri del riuso e del riciclo per un progetto riguardante la possibile riqualifica dell’intera area esterna che si può sostenere sulla piattaforma Produzioni dal Basso. Lo spazio si suddivide in una sala grande di 200 mq che accoglierà gli eventi principali; accanto, una sala dedicata al ristoro e al relax, dove sarà possibile scambiare due chiacchiere, rinfrescare il palato, interessarsi alle mostre fotografiche (in programma da dicembre 2019), reading teatrali e incontri di ogni genere.

A Officina Klee sarà inoltre possibile assaggiare le specialità del territorio o un drink preparato dai migliori barman, paladini della mixology più contemporanea, organizzate con i partner del territorio. Prima e durante le esibizioni sarà possibile degustare menù accuratamente selezionati grazie alla partecipazione di chef locali emergenti, come la giovane Laura Sogli. Il piatto scelto per la serata si legherà a un abbinamento di vino o birra e le degustazioni avverranno in compagnia di un componente di Officina Klee che fa parte dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS).

Nei prossimi giorni sarà anche attivo il concorso Klee Jackpot che mette in palio la possibilità di conoscere lo staff degli artisti, diversi abbonamenti per le attività in cartellone e card per agevolazioni delle consumazioni al bar.

ECONOMIA CIRCOLARE
Al centro della mission di Officina Klee c’è l’idea di fare rete e di valorizzare i prodotti e le identità del territorio. Ad oggi sono già state attivate una serie di collaborazioni con realtà della zona come ristoranti, pub, enoteche e hotel in uno scambio virtuoso di economia circolare del Valdarno, che riguardi non solo l’offerta culturale, ma anche il consumo e il commercio enogastronomico della zona. Presentandosi con uno scontrino emesso da una delle attività appartenenti a questo network, sarà possibile godere di un’agevolazione, e viceversa.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.officinaklee.it, pagina FB https://www.facebook.com/officinaklee/ – pagina Instagram https://www.instagram.com/officinaklee/ o scrivere alla mail events@fslab.it, tel. 349 754 3932.