Papa Francesco in visita a casa di Domenico Giani

Martedì sera, al termine del Sinodo sull’Amazzonia, Papa Francesco ha voluto recarsi a casa dell’ormai ex Comandante della Gendarmeria, l’aretino Domenico Giani. E’ quanto riporta questa mattina Vatican News.
 
Una visita, che come ricorda l’organo di informazione della Città del Vaticano, rappresenta un apprezzamento del Santo Padre, già manifestato, per l’ex capo della sicurezza e soprattutto per la sua famiglia.
 
Il Pontefice, sempre come riporta Vatican News, si è recato nell’appartamento di Domenico Giani, all’interno delle mura Vaticane, dove si è fermato a lungo con la moglie e la figlia. Il figlio di Giani risiede invece negli Stati Uniti.
 
Nel comunicato diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede, lunedì, con cui si annunciavano le dimissioni di Domenico Giani, si menzionava che il Papa aveva espresso “il proprio apprezzamento per questo gesto, riconoscendo in esso un’espressione di libertà e di sensibilità istituzionale, che torna ad onore della persona e del servizio prestato con umiltà e discrezione al Ministero Petrino e alla Santa Sede”.

Sempre nello stesso comunicato, facendo riferimento proprio alla decisione relativa alle dimissioni, si sottolineava che “il Comandante Giani pur non avendo alcuna responsabilità soggettiva nella vicenda, ha rimesso il proprio mandato nelle mani del Santo Padre, in spirito di amore e fedeltà alla Chiesa ed al Successore di Pietro».

Giani ha prestato servizio per venti anni. Assicurando la sicurezza di tre Pontefici. Un impegno, una rettitudine e una devozione che sono stati sempre da esempio e ora sono oggetto di riconoscenza.