Polizia locale, adesione allo sciopero al 65%. Chiusura degli uffici anticipata alle 20. Lunedì incontro con la Giunta

Polizia locale
Polizia locale

“La partecipazione allo sciopero di oggi, domenica 15 dicembre, è stata di circa il 65% del personale comandato in servizio, al netto del personale preposto ai servizi essenziali.
Da considerare che alcuni agenti adibiti a tali servizi, pur avendo inoltrato formale comunicazione di voler aderire allo sciopero, non sono riusciti a farsi sostituire, così come previsto dalla normativa vigente sugli scioperi.

Tale ulteriore dato porterebbe lo sciopero ad un’adesione di circa 80%” questi i numeri diffusi con una nota dal Csa, il sindacato autonomo maggiormente rappresentativo della Polizia Locale, che aveva indetto per oggi una nuova astensione dal lavoro. Lo stato di agitazione era stato aperto dallo stesso sindacato lo scorso 16 settembre. Da allora c’è stato un altro sciopero oltre a questo che doveva essere il primo dicembre ma è stato spostato ad oggi. Ma non è finita qui.
Domani, lunedì 16 dicembre una delegazione del sindacato incontrerà la Giunta comunale.

“Il Comando della Polizia Locale di Arezzo, al contrario degli altri giorni, compreso i festivi, causa sciopero, ha chiuso i propri uffici/servizi alle 20 di stasera, anziché all’una di stanotte” prosegue la nota.

“Tenuto altresì conto del momento storico, della proclamazione dello sciopero predisposta esclusivamente da questa sigla sindacale e, nondimeno, delle sterili polemiche apparse negli ultimi giorni; lo sciopero odierno è stato un altro grande successo che si è ripetuto e si ripeterà fino a quando questa sigla non avrà ottenuto risultati utili sulle proprie giuste rivendicazioni che garantiscono l’effettivo interesse dei lavoratori” continua il Csa nel comunicato. Le altre sigle sindacali, infatti, hanno raggiunto un accordo con l’amministrazione, mentre questa rappresentanza dei dipendenti, come precisano ancora nella nota intende andare avanti con la vertenza, fino ad una soluzione.

Ed ecco però la novità. Mentre nei giorni scorsi, durante una conferenza stampa, il rappresentante provinciale del Csa, Roberto Prestigiacomo, a nome degli altri membri aveva precisato di non aver avuto “nessun contatto con la Giunta”. Nella nota di oggi, invece, il sindacato autonomo conclude annunciando che:” domani, lunedì 16 dicembre alle 10, come da comunicazione ricevuta a firma del vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini, la sigla sindacale CSA RAL sarà presente con una propria delegazione all’incontro con la Giunta comunale di Arezzo. Auspichiamo che in quella Sede si possa giungere ad una possibile soluzione della vertenza in atto”.