Poppi: proposta per un comune plastic-free

Poppi proposta comune plastic-free
Poppi proposta comune plastic-free

“La tutela dell’ambiente e del nostro territorio- inizia David Marri, Capogruppo di Poppi Cittadini in Movimento- ha rappresentato uno degli impegni cardini presi in campagna elettorale, è per questo che nei prossimi mesi verranno presentate tutta una serie di mozioni che hanno come obbiettivo uno sviluppo più sostenibile”

La prima di queste riguarda la richiesta di dichiarare il Comune di Poppi “Plastic free” anche e soprattutto perché parte del territorio comunale si estende all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Con la Mozione presentata- continua Marri- il nostro gruppo consiliare intende far prendere al Comnune di Poppi una serie di impegni precisi e realizzabili.

 

I‘avvio di una importante campagna di informazione e sensibilizzazione rivolto alla cittadinanza finalizzata alla futura estensione del divieto su tutto il territorio comunale sull’utilizzo di bottiglie di plastica usa e getta e di tutte le iniziative correlate può rappresentare un punto di partenza.

La mozione, per altro molto articolata prevede di promuovere campagne di informazione coinvolgendo tutti i soggetti attivi del territorio; di introdurre, ovunque sia possibile, negli uffici comunali l’utilizzo esclusivo di posate piatti, bicchieri, bottiglie e sacchetti tradizionali in materiale biodegradabile e compostabile con conseguente divieto assoluto di utilizzo di plastica usa e getta; di installare e promuove l’uso di distributori dell’acqua pubblici al fine di ridurre l’uso di bottiglie di plastica, avviare una campagna di acquisto e distribuzione di borracce a tutti i dipendenti comunali.

 

Visto che parte del territorio comunale e inserito all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi organizzare giornate straordinarie di pulizia di parchi, aree verdi e, soprattutto, di sponde di fiumi, torrenti, canali coinvolgendo associazioni, cittadini e soprattutto studenti.

Importante sarà anche incentivare e promuovere il vuoto a rendere; promuovere presso i plessi scolastici l’installazione di erogatori di acqua al fine di ridurre l’utilizzo di bottiglie,

disporre che per le future forniture di materiali monouso, i capitolati di gara escludano espressamente la possibilità di acquisto di materiali non biocompostabili. Favorire la sostituzione nella vendita e nell’utilizzo di prodotti in platica monouso con prodotti biodegradabili all’interno del territorio comunale.

La mozione impegnerebbe l’amministrazione, una volta individuato le priorità- continuano dal gruppo di minoranza-a mettere a disposizione, nella stesura del prossimo bilancio, le risorse necessarie per l’attuazione di queste iniziative.