Prefetto incontra la Tiemme SPA dopo rinvenimento di siringhe sui mezzi di trasporto segnalate dagli autisti stessi

Autobus trasporti pubblici

Nella mattinata odierna, presso la Prefettura di , è stata approfondita  la problematica del rinvenimento, sui mezzi di trasporto pubblico locale dell’Azienda Tiemme Mobilità spa, di siringhe o altri strumenti utilizzati per il consumo di sostanze ad opera di alcuni soggetti a bordo dei mezzi aziendali.

Alla riunione, presieduta dal Prefetto, erano presenti il , il Comandante Provinciale dei ed i vertici dell’Azienda di trasporto.

Dopo aver esaminato gli episodi registratisi negli ultimi mesi, si è riscontrato che, in un caso, militari dell’Arma dei Carabinieri, tempestivamente intervenuti a seguito di chiamata da parte dell’autista del mezzo di trasporto, hanno individuato i soggetti responsabili.

Tale circostanza ha costituito lo spunto per condividere tra Prefettura e Azienda di trasporto una procedura operativa per la gestione degli analoghi episodi che dovessero verificarsi nel futuro.

In particolare, secondo le intese raggiunte, assume valenza strategica l’esigenza che gli autisti dei mezzi, al verificarsi di siffatti , debbano immediatamente contattare le forze di , utilizzando i noti numeri di emergenza pubblica 112 o 113, affinché le pattuglie dislocate sul territorio siano in grado di intervenire in maniera tempestiva ed efficace.

Inoltre, nell’eventualità che il soggetto responsabile non sia più a bordo del mezzo, è stato convenuto che l’autista debba fornire alle forze di polizia una segnalazione sempre dettagliata e circostanziata sui fatti accaduti onde consentire l’attivazione delle opportune attività info-investigative.

Inoltre, verranno comunque effettuati controlli mirati nei pressi degli stazionamenti dei mezzi pubblici.

L’azienda di trasporto provvederà, secondo gli impegni assunti, a svolgere la dovuta azione di sensibilizzazione nei confronti dei propri dipendenti adibiti alla conduzione dei mezzi.