Presentazione del libro “Sant’Angelo a Montegiovi”

24

È già disponibile in libreria un nuovo libro della Società storica aretina. “Sant’Angelo a Montegiovi: per una storia degli uomini e dei luoghi” di Paola Benigni Pansini è il nono volume della collana “Quaderni di Notizie di Storia”. Complessivamente è il trentunesimo volume dedicato alla storia della città e del territorio aretini promosso o direttamente pubblicato dalla Società storica.

​A presentarlo al pubblico martedì 19 marzo, alle ore 17,30, nell’Auditorium Ducci di via Cesalpino, sarà Diana Toccafondi, già sovrintendente archivistico per la Toscana. L’evento è organizzato con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Arezzo.

​Fondato su documenti d’archivio in gran parte inediti, il libro ricostruisce la storia di Sant’Angelo, un luogo appartato situato sulle colline prospicienti Subbiano, lungo l’antico percorso della transumanza che dall’Alpe di Catenaia scendeva verso la Maremma. La presenza in loco di una sorgente di acqua perenne, tutt’ora esistente, ha fatto sì che Sant’Angelo fosse abitato sin dai secoli XIII-XIV, quando vi è documentata l’esistenza di una piccola chiesa rurale. Dedicata a san Michele Arcangelo e sconsacrata nel XVIII secolo, la chiesetta ha lasciato memoria di sé nel toponimo. Il libro di Paola Benigni ricostruisce non soltanto la configurazione materiale del luogo, ma anche la qualità e l’incidenza della presenza umana. Proprietari e mezzadri: gli uni impegnati a percorrere le vie dell’ascesa economica e sociale; gli altri, quasi senza nome e senza storia, spesso identificati con il nome del podere in cui lavorano, salvati dall’oblio più completo, solo grazie ai registri delle tasse.


Entrata nell’amministrazione degli Archivi di Stato nel 1976, Paola Benigni è stata vicedirettore e direttore reggente dell’Archivio di Stato di Firenze e soprintendente archivistico per la Toscana. Ha inoltre svolto numerosi incarichi, in Italia e all’estero. Ha organizzato mostre, pubblicato cataloghi, curato volumi ed insegnato nella scuola di Archivistica dell’Archivio di Stato di Firenze. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni che rispecchiano un interesse scientifico vòlto allo studio della storia istituzionale ed amministrativa della Toscana, dal XV al XVII secolo e alle vicende degli archivi e della trasmissione documentaria. Più recentemente si è impegnata in ricerche storico-documentarie concernenti la Madonna del Parto e la Resurrezione di Piero della Francesca.

“Sant’Angelo a Montegiovi” consta di 80 pagine ed è corredato da una trentina di immagini a colori fuori testo, un’appendice documentaria con gli alberi genealogici delle famiglie aretine Subiani e Palazzeschi e l’indice dei nomi di persona. Il volumetto, in brossura, costa 10 euro, ma inoccasione della presentazione sarà posto in vendita ad unprezzo promozionale.