Progetto Casa: assemblee Sunia e Cgil a Sansepolcro, Bibbiena e Camucia

Tra il 4 e il 12 dicembre. Chiesti finanziamenti per nuove costruzioni e manutenzione e nuovi regolamenti di utenza

Dopo Arezzo, è la volta di Sansepolcro, Bibbiena e Camucia. Sunia e Cgil hanno organizzato, nelle vallate, le assemblee degli assegnatari delle case popolari.

Il calendario degli appuntamenti, tutti alle 20.30 nelle rispettive sedi di zona della Camera della lavoro. Mercoledì 4 dicembre in via Anconetana a Sansepolcro. Venerdì 6 dicembre in via Rignano nella zona Coop di Bibbiena e infine giovedì 12 dicembre in via Lauretana a Camucia.
Sunia e Cgil, nell’ambito del loro Progetto Casa presentato nei giorni scorsi nel centro sociale di via Malpighi ad Arezzo, rivendicano finanziamenti per l’edilizia popolare: sia per la costruzione di nuovi alloggi che per la manutenzione di quelli esistenti. E questo di fronte all’emergenza casa rappresentata dall’insufficiente risposta alla domanda di case popolare e alla crescita del numero degli sfratti esecutivi.

Sunia e Cgil rivendicano poi la revisione del regolamento di utenza che, a loro parere, penalizza gli assegnatari. In modo particolare chiedono il pagamento della quota di esercizio non a carico degli assegnatari; la verifica dello stato degli alloggi e delle singole parti per abbattere le spese di manutenzione a carico degli assegnatari e per mettere a norma gli impianti a carico dell’ente gestore; la trasparenza nei rapporti tra Arezzo Casa e assegnatari con rendicontazione in assemblee da tenersi in prossimità delle abitazioni; l’obbligo di trasparenza nei preventivi e nei conti finali per lavori a carico, anche parziale, degli assegnatari e infine la costituzione della prevista commissione di negoziazione paritetica e conciliazione con la presenza delle organizzazioni degli inquilini per facilitare la definizione di controversie.