Quel ficcanaso di Zanardi di Alex Zanardi e Gianluca Gasparini

LIBRI per TUTTE le ORECCHIE

Paesaggi Letterali Settimanali a cura di Roberto Fiorini

 

[wpvideo GF9xWXcr]

Si intitola Quel ficcanaso di Zanardi ed è il nuovo libro di Alex Zanardi, scritto assieme a Gianluca Gasparini ed edito da Rizzoli da circa un mese in libreria.

E’ certamente uno degli sportivi italiani più famosi al mondo.

Nel 2001, nel pieno di una straordinaria carriera automobilistica, ha avuto un incidente in cui ha perso le gambe.

Da allora è passato al paraciclismo conquistando, fra gli altri successi, quattro ori e due argenti olimpici.

Su Rai 3 ha condotto più serie della trasmissione Sfide.

Quando cerco di spiegare il mio punto di vista a chi me lo chiede, non è sempre farina del mio sacco”.

Con questa affermazione paradossale, Zanardi svela un segreto fondamentale del suo modo di interpretare la vita, un modo che da sempre ispira ed emoziona le persone.

Già, perché Alex è un curioso, un ficcanaso, e ama osservare gli altri, come del resto gli consigliava suo padre.

Si può imparare qualcosa da tutti” gli ricordava spesso.

In un’epoca in cui l’apparenza sembra prendere il posto dell’essenza, il grande campione prova a cogliere i valori profondi e gli esempi piu’ importanti dello sport, con la saggezza e l’ironia che lo contraddistinguono.

Alex Zanardi

Secondo Zanardi, studiare i comportamenti altrui, per rubare amichevolmente gli atteggiamenti virtuosi ed evitare gli errori, è un esercizio utilissimo e lo sport è il campo ideale per metterlo in pratica.

Zanardi ha deciso quindi di raccogliere una serie di storie emblematiche di atleti, in momenti di gloria o di fatica o di sconfitta, per trarne spunti profondi, utili a chiunque, anche a chi se ne sta in poltrona.

Per esempio si domanda: perché Ginobili a quaranta anni riusciva ancora a fare la differenza nell’NBA?

Ha una testa che sa sfruttare l’esperienza.

E come interpretare invece le lacrime di Federer alla premiazione dell’Australian Open?

Sono un segno di forza.

O, ancora, che cosa ci insegnano le parole pacate di Aliou Cissé, ct della Nazionale di calcio del Senegal, dopo l’uscita dal Mondiale?

Essere onesti e conoscere il valore delle regole è il modo migliore per farsi onore nello sport come nella vita.

In un’epoca in cui le telecamere arrivano dappertutto e, purtroppo, i commenti velenosi sui social spesso distorcono la realtà, Zanardi ci offre una lettura preziosa per la vita di ogni giorno, scritta con la saggia pacatezza e l’ironia che lo contraddistinguono.

Perché Alex è un uomo profondamente curioso.

Che ama il rispetto delle regole e conosce bene l’importanza delle emozioni.

Ma anche il senso dei propri limiti e come reagire di fronte alle difficoltà che incontriamo ogni giorno.

Credo che Alex Zanardi sia un eroe.

Perché uno è più campione quando si inventa un percorso di reazione di fronte agli imprevisti della vita che quando vince una medaglia olimpica.

Alex quel percorso non solo l’ha iniziato, ma l’ha concluso e poi ricambiato e terminato di nuovo.

Lo ha fatto ogni volta che ha affrontato una nuova avventura, dalle corse in auto, a quelle sulla handbike, dal kart al triathlon.

Lui invece non si definisce un eroe ma soltanto un ottimista che ci prova.

Alex Zanardi

Dobbiamo metterci in testa che tutti abbiamo un talento: dipende da cosa vogliamo fare. È molto più difficile capire cosa si vuole diventare che riuscire a farlo per davvero ” ci ricorda con le sue pagine bellissime.

A lui il talento certo non manca.

Non solo quello agonistico, ma soprattutto quello di riuscire a motivare gli altri.

Lui che dalla vita ha avuto il meglio e il peggio.

Il bello di Zanardi è che riesce a trovare una morale per tutto, ironizzando sulla sua fama e ricordando l’ importanza di non arrendersi mai.

“Quando mi sono svegliato senza le gambe ho guardato la metà che era rimasta, non quella che era andata persa” ha ricordato piu’ volte.

Non credo ci siano parole migliori per raccontare il segreto della sua grandezza, spirituale e fisica.

Sono convinto da sempre che il coraggio, lo spirito, la forza fisica e morale di quest’uomo siano un messaggio per tutti.

Per noi adulti, quando arranchiamo nei momenti di difficoltà e ci sentiamo cedere.

Zanardi ci mostra che a volte si può anche finire spezzati ma la volontà, lei resiste e non deve piegarsi mai.

Con le sue pagine ci invita ad essere curiosi ed appassionati.

Soprattutto qui e ora perché la vita può essere bellissima ma anche imprevedibile.

Alex Zanardi

5 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here