San Lorentino, i Popolari per Arezzo chiedono chiarimenti e interventi

L’associazione interroga l’amministrazione sui tempi previsti per la riapertura del palazzetto dello

Il rinnovato invito è nel prevedere una generale cura e manutenzione dell’area sportiva di San Lorentino

  Con la ripresa delle attività sportive e scolastiche ormai alle porte, i chiedono chiarimenti e interventi per l’area di San Lorentino. Il primo interrogativo rivolto all’amministrazione riguarda l’avanzamento dei del palazzetto dello sport di via della Palestra che, chiuso ormai dal 2016, vede tuttora aperto il cantiere per la ristrutturazione e per l’adeguamento normativo. I Popolari per Arezzo apprezzano l’impegno nel portare avanti gli interventi anche nel corso dell’, ma invitano a spiegare i motivi della ritardata riapertura e, soprattutto, ad ufficializzare una data in cui l’impianto tornerà a disposizione della cittadinanza.

Il palazzetto è stato infatti inserito nell’avviso pubblico per la concessione di palestre comunali per la stagione sportiva 2019-2020, dunque società e associazioni hanno potuto fare richiesta d’utilizzo a partire da settembre dei suoi quattro spazi (la sala polivalente, la palestra al piano terra e le due palestre al primo piano). «A pochi giorni dalla data prevista nell’avviso – commentano i Popolari per Arezzo, – ancora è aperto il cantiere. Vorremmo dunque avere rassicurazioni circa le tempistiche previste per la riapertura di un impianto che, nel corso degli anni, è stato punto di riferimento per società e scuole della città».

I Popolari per Arezzo richiedono inoltra una complessiva cura e manutenzione dell’intera area di San Lorentino che rappresenta un luogo particolarmente frequentato per la sua vicinanza al quartiere di e a tanti impianti utilizzati da e famiglie. La pulizia delle aree pedonali, la rimozione dei e la cura del verde rappresentano le più immediate urgenze, ma il rinnovato invito è anche a studiare la possibilità di installare un miglior impianto di illuminazione per una più adeguata fruibilità di notte e nel periodo invernale. «Ci auguriamo che la conclusione del cantiere – aggiunge l’associazione, – sia seguita da un progetto volto a riqualificare anche l’intera area esterna circostante al palazzetto dello sport».