Stop sconto in fattura. Confartigianato “Vinta una battaglia per le pmi”

Stop sconto in fattura. Confartigianato "Vinta una battaglia per le pmi"

E’ di poche ore fa la notizia che dal 2020 non sarà più possibile lo sconto in fattura per chi effettua lavori che danno diritto all’ecobonus e al sismabonus. Questo quanto previsto da un emendamento alla manovra approvato dalla Commissione Bilancio del senato che modifica a tutti gli effetti una delle norme del Decreto Crescita.

 

“La norma penalizzava, escludendo dal mercato tutte le pmi del Sistema casa che solo per scarsa liquidità finanziaria e insufficiente capienza fiscale per compensare il credito d’imposta, non erano in grado di praticare lo sconto. – Precisano i 3 presidenti provinciali delle categorie coinvolte Luca Baglioni, Giordano Cerofolini e Leonardo Fabbroni – La norma invece avvantaggiava grosse aziende non solo nazionali anzi soprattutto estere.

Gli artigiani e le pmi in genere non possono e non devono essere considerate un ‘supermarket di moneta virtuale’. Il Governo deve garantire pari diritti per tutti gli operatori, grandi e piccoli. Grazie a questo intervento – proseguono i  presidenti delle Federazioni Impianti, Edilizia e Serramenti – si ristabilisce un principio di parità di trattamento e si risana una situazione di squilibrio nel mercato che nel lungo andare avrebbe danneggiato l’intera economia rischiando il collasso di tantissime imprese del comparto casa”

 

“La cessione del credito rimane comunque un percorso possibile – sottolineano i tre presidenti – alcuni mesi fa Confartigianato Arezzo ha preso contatti con Estra affinchè si possa studiare un’adeguata metodologia che consenta alle aziende questa operazione. Estra si è subito adoperata, dopo le nostre richieste, ad predisporre una adeguata procedura per il caso specifico”