Un argento regionale e il pass per gli Assoluti per Marco Pastorini

L’atleta dell’ 1979 ha lasciato il segno nella fase di qualificazione ai Campionati Italiani

si è arreso solo nella finale , meritando l’accesso alla fase nazionale del 16 marzo

AREZZO – Un argento regionale e il pass per i Campionati Italiani Assoluti per Marco Pastorini dell’Arezzo Karate 1979. L’atleta, nato nel 1999 e accompagnato dal maestro Enrico Pelo, ha combattuto a nella fase toscana di qualificazione per la più importante e difficile competizione tricolore di Kumite (Combattimento), rendendosi protagonista di alcune belle affermazioni che sono valse il secondo posto sul podio nella categoria dei 60kg. Nel primo incontro, infatti, Pastorini ha ottenuto una bella vittoria per 6-0 su Francesco Calossi dello Shotokan di Certaldo, poi si è ripetuto con il 2-0 su Matteo Galletti del pisano Machintosh Club e ha così meritato l’accesso alla finalissima. L’atto decisivo ha visto il rappresentante dell’Arezzo Karate 1979 opposto a Mattia Pampaloni del Karate Puleo di Firenze, forte atleta con un curriculum che vanta numerosi titoli italiani e un bronzo ai campionati europei giovanili: nonostante il livello internazionale dell’avversario, Pastorini è riuscito a ben figurare ma si è comunque arreso con il punteggio finale di 3-1 e con l’argento al collo.

Questo risultato assume ancor più valore considerando che l’aretino è stato fermo per oltre un mese ad inizio 2019 a causa di un’operazione, ma la determinazione e le capacità tecniche ne hanno favorito un pronto ritorno sul tatami con grandi prestazioni. L’argento, inoltre, ha permesso a Pastorini di conquistare la sua seconda qualificazione consecutiva per i Campionati Italiani Assoluti in programma sabato 16 marzo al PalaPellicone di Lido di Ostia dove avrà l’opportunità di mettersi alla prova direttamente contro i più forti atleti del panorama nazionale. «Ci complimentiamo con Pastorini – spiega il maestro Alessandro Balestrini, sportivo dell’Arezzo Karate 1979, – perché ha colto un grande risultato e perché permetterà alla nostra società di essere ancora presente nella più importante manifestazione italiana. Ora abbiamo poche settimane per prepararci a questo campionato e per provare a lasciare il segno, facendoci trovare pronti alla sfida ai migliori d’».