Vittoria dell’Arezzo (3-1) con il sigillo della coppia Gori – Cutolo

Arezzo - Pro Patria

Un grande Arezzo che torna al successo contro una squadra che fino ad oggi aveva persona sola partita all’inizio del campionato contro la capolista Monza. Ottima prestazione della compagine amaranto che vince la partita meritatamente con una doppietta di Gori e il sigillo di capitan Cutolo che ha il merito di riportare in vantaggio l’Arezzo oltre a quello di aver fatto due assist.

Ci voleva una prestazione importante per l’Arezzo prima della partita di domenica prossima contro il Monza. L’Arezzo riprende il cammino in campionato con la speranza di recuperare anche gli infortunati che sono fermi ai box.

La vittoria ottenuta con l’Aurora Pro Patria è di grande valore visti i risultati ottenuti fino ad oggi dalla squadra bianco azzurra reduce da due vittorie consecutive.

La partita parte a ritmi bassi le due squadre commettono molti errori in mezzo al campo. L’Arezzo tiene la palla più degli avversari ma non riesce a rendersi pericoloso nell’area della Pro Patria. I due portieri non vengono quasi mai impensieriti e la prima occasione dei ragazzi di Di Donato arriva dopo 18′ minuti con un colpo di testa di Gori su cross di Piu dalla destra.

Quando la partita sembra essere incanalata su binari del pareggio arriva l’invenzione di Cutolo al 24′ dalla sinistra lancia Gori che entra in area e con precisione colpisce la palla mettendola alle spalle di Tornaghi. GOL Arezzo in vantaggio alla prima occasione vera della partita.

Il vantaggio dura poco però perché il Pro Patria quattro minuti dopo al 28′ pareggia con Defendi che raccoglie una palla proveniente dalla sinistra messa in mezzo all’area da Ghioldi. Una indecisione della difesa dell’Arezzo che non riesce a buttare via una palla morta vicino alla linea di fondo della porta di Pissardo costa cara alla squadra amaranto. 

La squadra Amaranto nonostante il gol subito continua a fare la sua partita senza mollare, al 35′ l’Arezzo ci riprova con Gori che di testa la mette alta sopra la traversa. Al 38′ azione dubbia in area Gori viene atterrato dentro l’area di rigore i tifosi chiedono il rigore ma l’arbitro non è dello stesso avviso e fischia punizione contro l’attaccante amaranto.

Al 41′ occasione d’oro per l’Arezzo sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla viene rimessa in area e l’attaccante amaranto Gori ancora di testa la mette all’angolino alto. Il portiere si fa sfuggire la palla, dalla tribuna si ha l’impressione che la palla possa essere entrata ma il direttore di gara fa proseguire. Un minuto di recupero concede il giudice di gara e proprio allo scadere Volpicelli costringe, con un bel tiro dal limite, Tornaghi alla deviazione sopra la traversa. Si chiude il primo tempo con l’Arezzo che ci prova in tutti i modi per tornare in vantaggio.

Si riparte con l’Aurora Pro Patria che batte il calcio d’inizio. Dopo otto minuti l’Arezzo torna in vantaggio con Cutolo. Al 53′ fallo al limite dell’area e punizione per la squadra amaranto. Sulla palla il capitano Cutolo che con una punizione perfetta infila la palla alla sinistra di Tornaghi. 

Arezzo di nuovo in vantaggio va a concretizzare le buone occasioni ottenute nella parte finale del primo tempo legittimando così il vantaggio.

Pericolo per l’Arezzo al 58′ su calcio d’angolo la squadra di Javorcic ci prova ma il traversone è bloccato con sicurezza da Pissardo. Al 63′ ancora Arezzo pericoloso sempre con una punizione dal limite che dalla destra vede ancora Cutolo protagonista ma la palla viene respinta.

Al 68′ Arezzo di nuovo in vantaggio e porta a tre le reti con il protagonista della giornata Gori che dal limite dell’area piccola, su assist di Cutolo, la mette all’angolo sinistro del portiere bianco azzurro. Doppio vantaggio meritato per gli amaranto di mister Di Donato.

Un minuto prima del terzo gol per l’Arezzo un cambio esce Belloni e al suo posto entra il nuovo arrivato Ceccarelli. Al 76′ ancora Cutolo sfiora il palo con un tiro dal limite. Brivido al secondo minuto di recupero con Le Noci che sbaglia un gol già fatto con un tiro da dentro l’area piccola che spedisce fuori. E’ l’unico sussulto della squadra di Javorcic mai pericoloso nel secondo tempo con Pissardo di fatto mai chiamato in causa seriamente.

AREZZO – AURORA PRO PATRIA  3 – 1 Primo tempo 1 – 1

MARCATORI: 24′ Gori (A), 28′ Defendi (P), 53′ Cutolo, 68′ Gori (A)

AREZZO (3-5-2): 1 Pissardo; 4 Nolan, 27 Baldan, 16 Luciani; 8 Foglia, 31 Volpicelli (75′ Tassi), 24 Rolando, 7 Belloni (67′ Ceccarelli), 14 Piu (83′ Mosti); 10 Cutolo (83′ Cheddira), 18 Gori. A disposizione: 22 Daga, 9 Mesina, 15 Sbarzella, 20 Caso, 21 Benucci, 25 Sussi, 28 Raja, 33 Dell’Agnello. All. Di Donato

AURORA PRO PATRIA (3-5-2): 1 Tornaghi; 19 Lombardoni, 5 Molnar, 3 Boffelli; 20 Cottarelli, 21 Colombo (80′ Brignoli), 23 Ghioldi (67′ Parker), 14 Bertoni, 15 Galli (80′ Masetti); 9 Mastoianni (67′ Le Noci), 18 Defendi (67′ Kolaj). A disposizione: 22 Angelina, 2 Marcone, 4 Battistini, 17 Spizzichino, 24 Molinari, 25 Ferri. Allenatore Javorcic

ARBITRO: Marco Monaldi di Macerata. Assistenti Francesca Di Monte di Macerata – Francesco Ciancaglini di Chieti 

NOTE:  al 43′ ammonito Di Donato per proteste

Ammoniti: 30′ Luciani (A), 2′ Ghioldi (P), 89′ Monlar.

Angoli: 3 – 3

Recupero: pt. 1′ – st. 4′