Accoltella il collega e si costituisce, 25 anni fa un’aggressione analoga

Si è presentato oggi alle 12.15 nella caserma sede del Comando Provinciale Carabinieri dicendo di volersi costituire, dopo che in mattinata sul posto di lavoro aveva ferito un collega alla gola con un coltello. Del resto era solo questione di tempo, dato che tutte le forze di polizia lo stavano cercando dopo che era stata diffusa la notizia dell’aggressione verificatasi alle 10.45 precedenti negli uffici tecnici del comune di Arezzo in via Tagliamento: mentre si trovava nell’ufficio di un collega di lavoro, un geometra comunale, improvvisamente gli si scagliava contro colpendolo al collo con un coltello da cucina che si era portato da casa. Subito dopo aveva abbandonato la scena del delitto fuggendo a bordo della propria auto.

Nel corso degli accertamenti svolti in prima battuta è apparso subito chiaro ai Carabinieri della Compagnia di Arezzo ed ai colleghi della Squadra Mobile della locale Questura che l’uomo non fosse pienamente in sé; e di fatti emergerà che 25 anni prima aveva aggredito con identiche modalità un altro collega negli spogliatoi del deposito di manutenzione del comune: quella volta si disse che l’uomo fosse affetto da manie di persecuzione. Nulla ha detto riguardo ai motivi che l’hanno spinto ad aggredire il geometra che si trova attualmente ricoverato presso l’ospedale di Arezzo, fortunatamente non in pericolo di vita, con una prognosi di 20 giorni per ferita lacero contusa.
L’uomo è stato arrestato per tentato omicidio aggravato dalla premeditazione e nel pomeriggio è stato condotto alla locale casa circondariale.

Il coltello è stato rinvenuto sul luogo del reato nel corso del sopralluogo effettuato dal personale della Questura ed è stato sottoposto a sequestro.

Accoltellato da un collega geometra comunale nella sede della manutenzione