Istituto di Agazzi: tamponi a pazienti e operatori, due operatori positivi già in quarantena

A seguito della individuazione nei giorni scorsi di due operatori positivi per Coronavirus presso il Reparto di Riabilitazione post-acuta dell’Istituto di Agazzi (e di un paziente che era stato ricoverato nella settimana precedente), sono stati effettuati dalla AUSL  tamponi a tutti i pazienti del Reparto ed agli operatori che hanno continuato a lavorare in questi giorni per consentire la temporanea chiusura del Servizio e successiva sanificazione (mentre gli altri operatori considerati a rischio sono stati posti in quarantena).

Dai risultati dei tamponi emerge che tutti i pazienti sono negativi e che risultano positivi due operatori dell’Istituto, addetti a servizi amministrativi e logistici. Le persone con tampone positivo non manifestano sintomi di alcun tipo e sono state immediatamente poste in quarantena. Non risulta che abbiano avuto contatti diretti considerati a rischio con operatori della assistenza.

In accordo con l’Ufficio Igiene della AUSL Toscana sudest, considerate le ultime direttive provenienti dalla Regione Toscana, è stato deciso di effettuare una ampia mappatura epidemiologica e di sottoporre a tampone tutti gli operatori dell’Istituto, anche del Servizio per Disabilità Intellettiva.