Alessandro Fiori al Teatro Rosini raccontando il Casentino in Val di Chiana

Alessandro Fiori
Alessandro Fiori

A Lucignano nuovo appuntamento di stagione teatrale nel segno della Festa della Toscana

Martedì 11 febbraio alle ore 20:00 si rinnova l’appuntamento speciale con le cene spettacolo presso il Teatro Rosini di Lucignano a cura di Comune di Lucignano, Officine della Cultura e i Ristoratori di Lucignano Il Goccino, La Tavernetta e Cattivino. Nell’insolita cornice del Rosini, in cui gli artisti si confrontano con gli spettatori e insieme con un ricco menu appositamente predisposto, sarà compito del musicista, ricercatore, scrittore, attore e disegnatore aretino Alessandro Fiori condurre la serata in un racconto concerto, tra memoria e canzoni, dal titolo “Letto e mangiato, cotto e suonato” a cui sarà abbinata una cena casentinese.

L’evento, inserito nelle giornate di celebrazione della Festa della Toscana 2019 “Dal Rinascimento al Granducato, al cinquantennale della costituzione della Regione Toscana”, porterà in tavola un viaggio nella tradizione casentinese della storia, della favola e della tavola, sposando i prodotti della Val di Chiana, partendo dallo spunto dei racconti recuperati da Alessandro Fiori tra letture, ricerche e l’incontro con una casentinese d’eccezione: Fosca Loppi autrice del volume “Ascqua. Incontri nell’aia. Memorie e antiche ricette dai monti del Casentino” (Aska Edizioni) che prenderà parte all’evento con la propria testimonianza umana. La valle del primo tratto del fiume Arno, in quella zona di confine che è storicamente stata il Casentino, prenderà così forma attraverso l’originale racconto di vita di una casentinese d’altri tempi, in un territorio variegato, ricco di storia e con una forte matrice nella tradizione popolare e nella trasmissione orale del sapere dovuta proprio alla conformazione del territorio. Una storia costruita anche sul filo dei ricordi di un Casentino tra guerra, dopoguerra e le successive trasformazioni che pur non sono riuscite a cambiarne l’anima.

Interessante il menu che, come consuetudine, propone anche un’alternativa vegetariana: Antipasto (Crostino nero, Crostino bianco – acciuga, burro, capperi, prezzemolo -, Prosciutto crudo; alternativa veg. Crostino vegetariano, Bruschettina al pomodoro, Pecorino), Primo (Tagliolini in brodo, Lasagna al forno; alternativa veg. Tagliolino con brodo vegetale, Lasagna vegetariana); Secondo (Lesso con salsa verde, Scottiglia di pennuti e maiale; alternativa veg. Pinzimonio con salsa verde, Bruschettone cavolo nero e uovo), Dolce (Crostata, Chiacchiere e Vin Santo) oltre a Pane toscano, Acqua e Vino rosso.

Prossimo appuntamento martedì 2 marzo con la presenza del fisico Guido Cossard che dialogherà con Lorenzo Sestini, presidente del Gruppo Astrofili di Arezzo, in un evento dal titolo “Archeoastronomia: dalla preistoria agli etruschi” a cui farà da abbinamento la cena etrusca.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione, per garantire il necessario allestimento curato dagli organizzatori insieme ai Ristoratori di Lucignano. Informazioni e prenotazioni a Lucignano presso Ufficio Turistico (c/o Museo Comunale) Piazza del Tribunale tel. 0575 838001; ad Arezzo presso Officine della Cultura – via Trasimeno, 16 – tel. 0575 27961 – 338 8431111 – [email protected].